Pordenone, il grande giorno: al Bottecchia arriva il Parma

Pordenone, il grande giorno: al Bottecchia arriva il Parma

“Dobbiamo essere tutti orgogliosi – afferma Lovisa – di quello che sta facendo questo Pordenone. Chi avrebbe mai sognato di essere in testa, da soli, con due lunghezze di vantaggio sulle seconde alla quarta giornata? “

Commenta per primo!

Per il Pordenone è arrivato il grande giorno: alle 20:30 al Bottecchia arriva il Parma, per una gara che potrebbe consacrare i Ramarri come la squadra da battere in Lega Pro.
Il presidente Lovisa è carico e vuole uno stadio che sia una bolgia sportiva: «Dobbiamo essere tutti orgogliosi – afferma a Il Gazzettino – di quello che sta facendo questo Pordenone. Chi avrebbe mai sognato di essere in testa, da soli, con due lunghezze di vantaggio sulle seconde alla quarta giornata? E vi dirò di più: ce ne mancano 2, perché anche con il Gubbio avremmo meritato di vincere. Il Parma? So che sono forti, arrabbiati e caricatissimi. Anche questo però potrebbe essere un vantaggio. Hanno loro tutto da perdere. Noi siamo sereni. Mal che vada, resteremo sempre davanti. Almeno a loro».

Anche Tedino sa che questa sfida profuma di categoria superiore: «Io so che dovremo affrontare uno squadrone che martedì all’89’ stava vincendo 1-0 con il Venezia. Se la partita fosse finita lì, ora staremmo parlando di un Parma già padrone del campionato e di un Venezia in crisi».

Sulla formazione c’è più di qualche dubbio, visto che il tecnico tiene tutti sulle spine. Solo il 4-3-3 appare certo così come lo sarà Tomei tra i pali. In difesa Semenzato, Stefani, Ingegneri e De Agostini; In mezzo Suciu, Burrai e Misuraca. In avanti Arma, Berrettoni e Cattaneo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy