Pordenone, la sosta per ricaricarsi. Playoff sempre l’obiettivo

Pordenone, la sosta per ricaricarsi. Playoff sempre l’obiettivo

Il Pordenone dopo la sosta di Pasqua riprenderà la corsa verso i Playoff contro la Reggiana. “I miei ragazzi però hanno retto il confronto” commenta intanto mister Tedino ornando sulla gara con l’Alessandria

Commenta per primo!

Il Pordenone sfrutterà la sosta di Pasqua per ricaricare le pile: dopo la grande rincorsa del girone di ritorno che ha fatto arrivare i Ramarri in zona Playoff era normale attendersi un calo, per cui anche le sconfitte con Bassano e Alessandria non vanno di certo enfatizzate troppo. Anzi, sia con i veneti sia con i piemontesi la squadra di Tedino ha mostrato di poter competere e i gol sono arrivati solo nel finale, segno che il Pordenone è una roccia difficile da abbattere.

La sosta per ricaricare e recuperare fisicamente qualche elemento, dunque. Intanto con la Reggiana al Bottecchia rientrerà Pederzoli, assente per squalifica nell’ultima gara. «Alex – sottolinea Tedino a Il Gazzettino – è certo un giocatore importante, ma non cerchiamo alibi. L’Alessandria è squadra di grande qualità e sicuramente ha fatto qualcosa più di noi. I miei ragazzi però hanno retto il confronto. Il gol di Marconi è arrivato mentre cominciavamo a “prendere” campo. È altrettanto vero che abbiamo sbagliato qualche appoggio di troppo e fatto errori tecnici che usualmente non commettiamo. In ogni caso non abbiamo sfigurato e da questa constatazione usciamo rafforzati per affrontare le ultime 6 gare della stagione regolare».

E con il rientro di Pederzoli, con Stefani a dirigere la difesa e magari con un Beltrame pronto a dire la sua, le forze per lo sprint non mancano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy