Pordenone, le voci dagli spogliatoi

Pordenone, le voci dagli spogliatoi

Il commento dei protagonisti dopo la vittoria del Pordenone sulla Ternana

di Redazione

MISTER ATTILIO TESSER

“Vittoria importante e buona prestazione, abbiamo sofferto ma meritato. Le occasioni migliori sono state nostre, loro rimangono tra i più forti del girone”.

“È una grande iniezione di fiducia e di morale: la squadra è convinta, da domani penseremo al Südtirol. Guardiamo gara dopo gara, senza fare proclami”.

“Le punizioni sono una variabile a favore di tutte le squadre. Noi siamo fortunati ad avere Burrai che le calcia così bene”.

“La scelta di Ciurria titolare era per sfruttare al meglio gli spazi che ci avrebbero lasciato. Secondo me ha pagato, ma sono stato indeciso fino all’ultimo: Magnaghi, come tutti, si è allenato davvero bene in settimana”.

PRESIDENTE MAURO LOVISA

“È una delle vittorie più belle degli ultimi anni. Arriva al momento giusto, mentre stiamo presentando un progetto, Pordenone 2020, che è un punto di svolta per questa società”.

“Le prestazioni alla fine pagano: le sconfitte in casa erano immeritate, ci toglieremo ancora delle belle soddisfazioni. Tesser ha preparato la gara molto bene, è stata una vittoria di squadra”.

“Tante formazioni in pochi punti, ma è sempre bello essere davanti a tutti. Dobbiamo lottare con questo entusiasmo e questa determinazione, la Lega Pro è una battaglia ad ogni partita”.

SALVATORE BURRAI

“Sono molto contento per la vittoria, arrivata contro una squadra molto forte”.

“Stiamo migliorando settimana dopo settimana. Magari siamo meno belli da vedere, ma sicuramente più solidi e ‘rognosi’. Nel primo tempo potevamo anche trovare il secondo gol, ma non è servito e abbiamo vinto con merito”.

“Abbiamo avuto un solo problema difensivo, e Bindi ha fatto un miracolo. Per il resto abbiamo sofferto il giusto, e davanti avevamo una squadra di giocatori che vengono dalla Serie B”.

“Lavoriamo tanto in settimana e il mister mi lascia le chiavi del gioco. Stando in mezzo devo parlare di più rispetto agli altri, ma è un ruolo che non mi pesa. Siamo un gruppo che dà sempre tanto e si sacrifica molto”.

“L’unica corsa che dobbiamo fare è quella su noi stessi. Non pensiamo agli altri, non facciamo calcoli. Se siamo quelli di oggi e di Monza possiamo essere fastidiosi per chiunque”.

FILIPPO FLORIO

“Sono contento di aver dato il mio contributo per queste due vittorie. Io sono giovane, ho tanta strada da fare e cerco di imparare il più possibile da Semenzato e De Agostini, che mi insegnano tantissimo”.

“Rispetto alla Triestina siamo stati più ‘brutti’ ma decisamente più solidi. Noi un gol lo facciamo sempre, se impariamo a non subire possiamo toglierci delle soddisfazioni”.

“Con il rientro di Semenzato deciderà il mister chi schierare. Io sono giovane e devo sempre farmi trovare pronto. Abbiamo un grande allenatore che saprà fare le scelte giuste”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy