Pordenone: L’Integrity Tour ha fatto tappa al ‘De Marchi’

Pordenone: L’Integrity Tour ha fatto tappa al ‘De Marchi’

Il Pordenone al completo e 80 ragazzi delle giovanili presenti all’iniziativa della Lega Pro

Commenta per primo!

L’Integrity Tour della Lega Pro ha fatto tappa oggi al centro sportivo Bruno De Marchi di Pordenone, “casa” del Pordenone Calcio. Obiettivo dell’iniziativa di Lega ProSportradar e Istituto per il Credito Sportivo è contrastare e prevenire il match-fixing. Al mattino l’incontro ha riguardato la Prima squadra, al pomeriggio il Settore giovanile, con un’ottantina di ragazzi coinvolti, dalla Berretti ai Giovanissimi nazionali.

Nel corso dei workshop sono state illustrate ai giocatori le modalità di individuazione e contrasto delle frodi sportive legate alle scommesse, presentati casi reali e concreti di match-fixing tratti dall’esperienza internazionale di Sportradar, oltre a un’approfondita disamina delle norme e sanzioni penali e sportive in vigore, al fine di fornire a tutti i partecipanti una reale e adeguata preparazione sui rischi e pericoli legati al fenomeno. Ampio spazio, infine, al ruolo cruciale dei social network nei meccanismi di “aggancio” degli atleti.

Erano presenti all’incontro Marcello Presilla, Integrity manager per l’Italia di Sportradar, Francesco Massucci, marketing ICS, Vittorio Angelaccio e Emanuele Paolucci, Integrity officers Lega Pro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy