Pordenone, Lovisa amaro: “Pochi spettatori”

Pordenone, Lovisa amaro: “Pochi spettatori”

Il Pordenone gioca un gran caldo, ma il Bottecchia non si riempie. Intanto Tedino lancia i suoi: “Mancano 35 giornate, ma penso che possiamo essere protagonisti”

Commenta per primo!

Il Pordenone vince e vola, ma per il presidente Lovisa c’è anche il risvolto della medaglia:  «Sono deluso – afferma il massimo dirigente al Messaggero Veneto –: i nostri sacrifici, questa squadra, per come gioca e per i risultati, merita più spettatori. Ora faccio le mie riflessioni, perché ho rinunciato a piazze importanti per rimanere qui e pensavo di vedere più tifosi in questa occasioni. Al sud, con uno spettacolo del genere, avremmo avuto ben altra presenza sugli spalti – continua  –. Voglio dare una scossa all’ambiente, a Pordenone soprattutto: oggi  ho visto al Bottecchia più gente di Spilimbergo e di Maniago, che della città».

Sempre al quotidiano riflessioni post gara anche per Bruno Tedino. «Abbiamo disputato una partita eccezionale per 70’. La vittoria mi rende felice, come la testa della classifica, ma più di tutto mi fa piacere notare come la squadra sia cresciuta. Mancano 35 giornate, ma penso che possiamo essere protagonisti: l’ha detto in particolare questa gara, giocata contro una squadra forte e che disputerà una grande stagione».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy