Pordenone, Lovisa: “”Noi sottovalutati. Curioso del Venezia”

Pordenone, Lovisa: “”Noi sottovalutati. Curioso del Venezia”

Mauro Lovisa fa il punto sul suo Pordenone che oramai non è più una sorpresa

Commenta per primo!

Mauro Lovisa, presidente del cPordenone, ha fatto il punto sulla sua squadra e sul campionato a TMW:: “Siamo soddisfatti, siamo in linea con le aspettative, che erano quelle derivanti dall’aver costruito una squadra importante”.

Il Pordenone è stato sottovalutato nei classici pronostici di inizio stagione?
“Come detto, noi per ora siamo contenti di quanto visto sul campo. Sono gli altri che magari non ci considerano tanto, però sappiamo che col lavoro e l’esperienza potremo toglierci delle soddisfazioni. Abbiamo una squadra competitiva e che diverte, che se avesse voluto pensare solo al risultato sul 2-2 col Parma avrebbe difeso il pareggio e invece ha cercato di segnare il 3-2 (la partita si è chiusa sul 4-2 in favore dei crociati, ndr)”.

Una squadra coraggiosa.
“Sì, ma anche organizzata, me lo lasci dire. Penso che Tedino faccia la differenza in tal senso”.

Quanto c’è dell’allenatore in queste annate del Pordenone?
“Tanto. Quest’anno penso che abbiamo costruito la squadra con intelligenza. Siamo solo alla sesta domenica, per carità. Però siamo convinti dei nostri mezzi”.

L’anno scorso aveva detto che eravate degli intrusi Quest’anno non lo siete più.
“Quest’anno siamo partiti con l’obiettivo minimo di confermare la nostra posizione tra le prime tre-cinque della classifica, per ora lo stiamo facendo. Abbiamo investito su alcuni giocatori importanti, di categoria, era chiaro che volevamo fare un campionato importante”.

Dove si può arrivare?
“Non ci poniamo limiti, non so perché la gente si metta dei limiti. Bisogna avere l’umiltà giusta, sapere che partita dopo partita bisognerà lottare. Ma noi siamo più sereni di altri”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy