Pordenone: Lovisa tira le orecchie a Pederzoli

Pordenone: Lovisa tira le orecchie a Pederzoli

Il Pordenone ko col Pavia guarda avanti anche grazie a una classifica tranquilla. Intanto Lovisa se la prende con Pederzoli per il gesto verso l’arbitro

Commenta per primo!

Il Pordenone, causa di una classifica da sempre schiacciata, si è trovato di colpo dai sogni di play off fino alla consapevolezza che si dovrà lottare partita dopo partita per mantenere la tranquillità che, nonostante il ko col Pavia, tuttora regna: poi se ci sarà di meglio tutto di guadagnato.

Intanto a Mauro Lovisa non è andato giù il gesto di scherno di Pederzoli verso l’arbitro che ha poi costretto il direttore di gara a espellere il centrocampista: «L’applauso all’arbitro – afferma il presidente a Il Gazzettino – non mi è piaciuto per niente. È cosa che non si fa. Giusto il cartellino rosso nei suoi confronti».

Alla classifica Lovisa non dà troppo peso: «Facciamo 3 punti a Gorgonzola alla ripresa  e giriamo a quota 25. Alzi la mano chi avrebbe immaginato lo scorso agosto che a dicembre saremmo potuti arrivare così in alto. Con il Pavia – abbiamo chiuso il ciclo terribile che ci ha messo a confronto con le formazioni migliori del girone. Adesso ci aspettano sfide decisamente più abbordabili con Giana Erminio, Pro Piacenza, Mantova, Renate e Pro Patria che dovrebbero portarci abbastanza vicino a quota salvezza. Prima ci arriveremo  prima cominceremo a divertirci in tranquillità lanciando anche i nostri giovani».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy