Pordenone, Lovisa: “Un calo di rendimento è fisiologico “

Pordenone, Lovisa: “Un calo di rendimento è fisiologico “

“Non esiste squadra che resti al top di rendimento per 38 gare di fila. Lo abbiamo avuto a ottobre, adesso basta: da sabato con l’Ancona dobbiamo riprendere a vincere e a risalire”

Commenta per primo!

Il Pordenone vuole rialzarsi subito e a lanciare la carica ci pensa il presidente Lovisa: «Un calo di rendimento è fisiologico ed è successo anche nella passata stagione. Non esiste squadra che resti al top di rendimento per 38 gare di fila. Lo abbiamo avuto a ottobre, adesso basta: da sabato con l’Ancona dobbiamo riprendere a vincere e a risalire. In questi ultimi tempi il lavoro mi ha tenuto lontano dal De Marchi. Prima di sabato garantisce – troverò il tempo di parlare ai ragazzi e dispensare un po’ di pepe», ha detto il numero uno neroverde a Il Gazzettino.  «Resto fiducioso afferma infatti sulle capacità di Tedino e sulle possibilità di questo gruppo, che vale più dell’ottavo posto. Le ultime tre partite sono state caratterizzate da errori individuali. Inconcepibile quello di Burrai a Bolzano. Perdiamo troppe palle dietro per la volontà di uscire giocando. Quando serve bisogna avere anche il coraggio di essere paesani e buttare via il pallone. Lo fa la Juve, lo possiamo fare anche noi. Quest’anno sottolinea – ho visto attaccanti molto forti, che fanno bene la fase d’attacco e in quella di non possesso sanno pressare, intuendo dove può andare il pallone. Inoltre gli avversari ormai ci studiano e sanno come affrontarci».

Infine la strada da imboccare, anzi “l’Arma” da impugnare:  «Se ne segnasse altri 8 nelle prossime 10 gare sorride Lovisa – sarei felicissimo. Poche palle giocabili per Rachid? Tedino è capace e preparato. Sono certo che troverà la soluzione giusta conclude con fiducia – per evitare di continuare a prendere tanti gol e fare in modo che la nostra Arma torni letale».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy