Pordenone: Lovisa verso Trieste se retrocede?

Pordenone: Lovisa verso Trieste se retrocede?

C’è tensione in casa Pordenone. La sconfitta col Monza in gara 1 dei layout ha cambiato radicalmente faccia al presidente Lovisa, il quale fa trasparire tutta l’incertezza per il futuro in caso di retrocessione. “Vogliamo rimanere in Lega Pro, è una categoria sostenibile in futuro, anche perché costerà sempre meno. In ogni caso abbiamo fatto sacrifici importanti per conquistarla, ora manteniamola. La Triestina? Di indiscrezioni ne ho sentite tante, posso solo dire mai dire mai, nel calcio tutto può succedere”, ha affermato al Messaggero Veneto.
I ‘Ramarri‘ devono vincere in Lombardia con almeno 3 gol di scarto, operazione che ad oggi appare difficile, ma come detto dal numero uno del club, nel calcio mai dire mai. E soprattutto mai mollare, come dice Fabio Rossitto. Lui e la squadra vogliono tentare l’impresa, scrivere la storia: per questo sul campo di allenamento non c’è aria di smobilitazione, ma si vuole solo cercare di preparare al meglio la sfida di sabato.
Assente il portiere Maniero, influenzato, Maccan ha lavorato a parte. Da martedì il lavoro proseguirà a porte chiuse, lontano da voci e occhi indiscreti. Tutti concentrati sul presente, consapevoli che in caso di retrocessione cambierebbero molte cose, a partire dalla squadra che perderebbe in un sol colpo gran parte dei giocatori, i cuoi contratti sarebbero sciolti.
Ma attenzione al ripescaggio: proprio la situazione del Monza appare delicata. I brianzoli in settimana hanno l’udienza fallimentare, sabato comunque dovrebbero scendere in campo ugualmente, poi chissà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy