Pordenone: Se sarà serie B il ‘Bottecchia’ potrebbe fare come il ‘Mecchia’

Pordenone: Se sarà serie B il ‘Bottecchia’ potrebbe fare come il ‘Mecchia’

A Portogruaro in Serie B si costruirlo tribune prefabbricate sul velodromo per ampliare la capienza. In caso di promozione, in attesa di uno stadio nuovo, il Pordenone potrebbe fare lo stesso

Commenta per primo!

Il Pordenone oramai non è più una sorpresa e il secondo posto in Lega Pro apre le porte alle speranze si promozione in Serie B. Col Cittadella che ha vinto anche col Pavia (3-2), è difficile pensare al primo posto che ora dista ancora sette punti.

Ma parlare di Play Off non solo è razionale, ma ovvio: il regolamento della Pro prevede 4 promozioni complessive. Le prime dei tre gironi vanno in B direttamente, la quarta piazza verrà decisa tra le seconde, le terze e le due migliori quarte che si affronteranno in scontro diretto.

Il Pordenone è attualmente al pari del Feralpi Salò (a 40 punti), uno in più dell’Alessandria, due dal Bassano quinto. Insomma c’è da lottare ancora, ma la forza dei neroverdi è appurata e quindi c’è anche da pianificare il futuro.

Che in caso di Serie B più che tecnico è strutturale, nel senso che il vecchio ‘Bottecchia’ non avrà l’omologazione per la cadetteria così com’è. In attesa che la burocrazia possa dare il via libera alla costruzione di un nuovo impianto o alla ristrutturazione completa del vecchio (sul modello ‘Friuli’), le ipotesi al vaglio sono proprio il trasferimento a Udine, magari in attesa di fare come a suo tempo è stato fatto a Portogruaro.

Il ‘Mecchia‘ (FOTO) come il ‘Bottecchia‘ era accomunato dal velodromo: costruito nel 1947, nel 2010 lo stadio venne sottoposto ad una ristrutturazione a seguito dell’adeguamento richiesto dalla categoria per ospitare le partite in Serie B. Il Portogruaro giocò le prime cinque gare interne allo Stadio Friuli di Udine per l’appunto, in attesa dei lavori. I quali hanno interessato l’ampliamento dello stadio, portato a una capienza di 4.021 posti (con un progetto iniziale di 4.635), l’installazione dei tornelli e altre lavorazioni nell’area attigua all’impianto.
A Pordenone si potrebbe pensare fare lo stesso, di aggiungere le tribune prefabbricate alle spalle del velodromo per aumentare la capienza fino a 5 mila posti.

Operazione non troppo costosa e anche relativamente facile da realizzare. In attesa di sviluppi seri per uno stadio nuovo che faccia da cornice alle ambizioni di un club che non ha debiti, è serio ed ha ambizioni importanti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy