Pordenone, Tedino si gode il primato

Pordenone, Tedino si gode il primato

«Siamo soddisfatti del nostro cammino, siamo primi, ma la classifica dobbiamo guardarla più avanti. Non si possono fare calcoli, in ogni partita si possono perdere punti»

Commenta per primo!

«Siamo soddisfatti del nostro cammino, siamo primi, ma la classifica dobbiamo guardarla più avanti. Non si possono fare calcoli, in ogni partita si possono perdere punti». Così Bruno Tedino al Messaggero Veneto, dopo la vittoria che significa primato.  «E’ inutile fare tabelle o proiezioni su quanti punti potremmo raccogliere da qui alla fine del girone d’andata, saranno sempre smentite. Basta guardare i risultati delle nostre avversarie dirette: non ci sono rivali facili».

«Non era facile dopo aver giocato lunedì – spiega il tecnico –, siamo tornati in città a tarda notte, il pieno recupero è avvenuto soltanto giovedì. C’era il rischio di una prestazione sotto ritmo, e contro un avversario come il Fano non potevamo permettercelo. Ho scelto lo stesso undici di lunedì perché un giocattolo così non poteva essere toccato».

Infine un elogio per Berrettoni, ancora il migliore in campo: «Non ci sono parole per descrivere il suo momento. Ha 35 e sembra un ragazzino, si diverte e ci sta facendo divertire».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy