Pordenone, testa alla Samb aspettando i play-off

Pordenone, testa alla Samb aspettando i play-off

Domani alle 14.30 ultimo impegno di regular season per il team di Tedino in casa della Sambenedettese prima dei playoff

Commenta per primo!

Il Pordenone di Bruno Tedino si appresta ad affrontare l’ultimo impegno di campionato prima dei playoff, i neroverdi saranno impegnati sul campo della Sambenedettese, incontro valevole per la 38a giornata del campionato di Lega Pro 2016-2017. In un’ampia intervista concessa al sito web Tuttolegapro, il presidente del Pordenone Mauro Lovisa (che ha definito la sua squadra l’Atalanta della Lega Pro) alcuni giorni fa aveva espressamente dichiarato di voler raggiungere la serie B entro tre anni e in merito ai playoff si esprimeva su questi termini: «Parma, Padova, Lecce, Matera e una fra Cremonese e Alessandria sono le favorite. Le squadre, insomma, costruite per vincere. E non ci metto Padova a caso, è una squadra difficilissima da battere, non ti lascia esprimere perché molto attenta e ti impressiona fisicamente. Per la serie B se ci riusciamo adesso bene, altrimenti ci riproveremo nelle prossime stagioni. Sempre senza fare follie, ma con una programmazione seria”.

In casa Sambenedettese (settima in classifica con 53 punti all’attivo) il Presidente punta a una fase di playoff da protagonista, come ha dichiarato a tuttosamb: “Sono arrivati finalmente questi playoff e sono convinto che ora faremo bene, perché ci sbloccheremo mentalmente.” La Sambenedettese contro le sei squadre già qualificate ai playoff ha ottenuto un bottino complessivo di cinque vittorie, tre pareggi e tre sconfitte in undici gare per un totale di 18 punti. Formazione neroverde priva di Berrettoni infortunato e Arma squalificato, chances iniziali in attacco per Padovan e Pietribiasi. Tedino in panchina è una garanzia di successo e chissà che con il soprannome di “maghetto”, datogli dal presidente Lovisa già la scorsa stagione non riesca a regalare  ai suoi tifosi un sogno che si chiama serie B. Con i playoff comincia il bello perché se il Pordenone sta bene fisicamente e mentalmente saranno anche gli avversari a dover preoccuparsene.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy