Pordenone, tre colpi portati a casa. Tomei ‘Emozionato’

Pordenone, tre colpi portati a casa. Tomei ‘Emozionato’

Il mercato del Pordenone ha segnato tre colpi in entrata: si tratta degli annunciati, Axel Gulin (centrocampista classe 1995) e Marco Berardi (’96, centrocampista), entrambi in prestito dalla Fiorentina, e del meno previsto, ma gradito,  terzino destro Alberto Boniotti (’95), dal Brescia.
Per la difesa si guarda sempre a Paolo Marchi (’91), l’anno corso al Como.

Intanto il portiere Tomei ha raccontato al Messaggero Veneto le sue emozioni: «Adesso spero si sia aperto un ciclo. Io, l’unico pordenonese tra i “ramarri”: è una grande emozione. Colori che ho sempre avuto nel cuore. Sono cresciuto a 100 metri dallo stadio, andavo a vedere papà giocare. Ora sono qui ed è stupendo, anche perché lavoro a casa, nella mia città. Con la società siamo riusciti a incontrarci e ora spero di far parte di questa famiglia anche in futuro. Spero si sia aperto un ciclo. Con la squadra, con lo staff, col mister. A proposito, ringrazio lui, oltre che il club, per avermi portato qui. Tedino è una grande persona: mi vide giocare col Quinto, quando lui era a San Donà, e mi disse che mi voleva con lui. Fu di parola, uno dei pochi in questo mondo. Ed è un tecnico molto competente: il Pordenone deve affidarsi a lui, non sbaglierà».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy