Rimonta Triestina, Pordenone colpito e affondato

Rimonta Triestina, Pordenone colpito e affondato

Sotto un autentico nubifragio, in una partita che assomiglia più a un match di pallanuoto più che a una di calcio, al Bottecchia succede praticamente di tutto e la Triestina vince per 4-2

di Massimo Liva

Cade l’imbattibilità in campionato del Pordenone, sconfitto 2-4 nel derby con la Triestina in una partita “pazza”, giocata su un campo pesantissimo. Al Bottecchia è successo di tutto, neroverdi due volte in vantaggio, con Misuraca (provvisorio 1-1 di Troiani) e Magnaghi (provvisorio 2-2 di Arma), ma che pagano il break ospite di metà ripresa (segnano Mensah e ancora Troiani)E’ il 24′ quando il capolavoro di Mensah abbaglia il Bottecchia: controllo e tiro a giro su un campo impossibile e pallone all’angolino per il 3-2. Pordenone colpito e affondato, con il 4-2 che è in realtà un’autorete di Buratto. Finale teso, con maxi rissa davanti alla panchina della Triestina ed espulsione per Silvestro.

Pordenone-Triestina 2-4

GOL: 3′ pt Misuraca; 5′ st Troiani, 6′ Magnaghi, 8′ Arma, 22′ Mensah, 27′ Troiani.
PORDENONE (4-3-2-1): Perilli; Formiconi, Parodi, Bassoli, De Agostini; Misuraca (16′ st Silvestro), Burrai, Buratto (32′ st Ciurria); Martignago (16′ st Raffini), Sainz-Maza; Magnaghi. A disp.: Zommers, Lulli, Berrettoni, Pellegrini, Visentin, Nunzella, Danza. All. Colucci.
TRIESTINA (4-3-3): Boccanera; Troiani, El Hasni, Codromaz, Grillo; Meduri, Porcari, Bracaletti; Petrella (13’ pt Mensah) (41′ st Libutti), Arma, Bariti. A disp.: Perisan, Puccini, Pizzul, Pozzebon, Castiglia, Mensah, Celestri, Langwa, Acquadro, Colavecchio, Pastore. All. Sannino.
ARBITRO: Nicoletti di Catanzaro. Assistenti: Biava di Vercelli e Cataldo di Bergamo.
NOTE: al 45′ espulso Silvestro e allontanato il dirigente Milanese. Ammoniti El Hasni, Bracaletti, Burrai, Grillo, Codromaz e Boccanera. Angoli 6-3. Recupero: pt 1′; st 6′. Spettatori 1.900, incasso complessivo di 16.118 euro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy