Torneo dell’Amicizia: I croati abbandonano il campo per protesta

Torneo dell’Amicizia: I croati abbandonano il campo per protesta

Epilogo amaro per il Torneo dell’Amicizia. Gesto non di certo sportivo per i croati della Dinamo Zagabria che a 5′ al termine del secondo tempo supplementare, sullo 0-0, l’arbitro concede un rigore all’Atalanta, la Dinamo Zagabria esplode la sua rabbia: arbitro   accerchiato, calci, spintoni in panchina, con l’allenatore Bandic che ritira i suoi giocatori in segno di protesta.

La vittoria, va ovviamente, all’Atalanta a tavolino, ma la domanda è lecita: se nella categoria allievi passano certe dinamiche, che calciatori avremo in futuro? L’indole croata alla violenza si manifesta in tutto il suo fragore, non ci sono alibi sulla scelta di ritirare la squadra, non c’è spiegazione sulla mancanza di rispetto verso una decisione arbitrale.

Peccato, perché questo torneo merita più rispetto per come è stato organizzato e per l’importanza che ricopre.

Atalanta3
Dinamo Zagabria0
ATALANTA: Taliento, Alari, Bertoli (Colpani), Cavalli, Compagnone, Da Riva (Probo), Elia (Losa), Latte Lath, Ogliari, Rinaldi, Vezzoni.
Allenatore Brambilla.
DINAMO ZAGABRIA: Horkas, Gjira, Tolic, Rozic, Kulenovic, Spilkic, Colina, Franjic, Postolka, Cuze (Malikenusic), Kirovski.
Allenatore Bandic
ARBITRO: Roman Zotta di Maniago

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy