Torneo delle Nazioni di Gradisca presentato al CONI con il presidente Malagò

Torneo delle Nazioni di Gradisca presentato al CONI con il presidente Malagò

La finale del prestigioso Torneo delle Nazioni di Gradisca quest’anno avverrà nel nuovo stadio Friuli di Udine.

Commenta per primo!

Massima ribalta nazionale per il Torneo delle Nazioni di Gradisca d’Isonzo. La tredicesima edizione della kermesse di calcio giovanile è stata presentata venerdì a Roma nella sede del Coni, al cospetto del presidente del Comitato Olimpico italiano Giovanni Malagò. Un torneo che diventa sempre più un vero e proprio Mondiale dedicato alla categoria Allievi. E da quest’anno aperto anche al calcio feminile. Dal 24 aprile al 1 maggio – collocazione invece lasciata dal torneo gemello, il “Nereo Rocco” per club: si svolgerà a settembre –  il calcio giovanile diventa uno strumento di dialogo tra diverse nazionalità. Questa edizione si è arricchita della prima partecipazione al femminile: due nazionali, la Under 15 maschile e la Under 16 femminile, prenderanno parte al Torneo.

La particolarità transfrontaliera del Torneo, è stata messa in evidenza dal presidente del Coni, Giovanni Malago’: “Austria, Slovenia e Italia, sono i tre territori dove si disputa questa importante manifestazione che si trasforma così in uno strumento di dialogo che, da quest’anno, si allarga al calcio femminile”, ha affermato il massimo esponente dello sport italiano, dichiarazione a cui ha fatto eco il presidente del Comitato Regionale Coni del Friuli Venezia Giulia, Giorgio Brandolin:” Confidiamo nel fatto che questo torneo, nato a suo tempo come omaggio all’allargamento dei confini di Schengen, abbia contribuito ad alleggerire le tensioni di frontiera che in questa zona sono sopravvissute all’ultimo conflitto mondiale. E’ la nostra speranza: che i confini tra queste tre Nazioni non ridivengano mai più barriere”. Un caloroso ringraziamento è venuto poi da Franco Tommasini, responsabile organizzativo del Torneo, indirizzato “a tutte le componenti dello sport italiano che hanno reso possibile la crescita di questa esperienza, non solo sportiva. Si pensi all’incontro fra Usa e Iran femminili di questa edizione”.

Presenti per la Federcalcio, Vito Tisci, presidente del Settore Giovanile e Scolastico, accompagnato dal segretario Nazionale, Vito Di Gioia, e Giorgio Bottaro, responsabile organizzativo delle squadre Nazionali. Sia Tisci che Bottaro hanno espresso la loro positività per l’apertura alle donne. Al torneo maschile partecipano 12 nazionali (Italia, Inghilterra, Russia, Qatar, Austria, Messico, Giappone, Norvegia, Slovenia, Brasile, Usa e Croazia), suddivise in tre gironi da quattro squadre, con lo svolgimento della fase eliminatoria e delle semifinali in Italia, Austria e Slovenia, rispettivamente nelle località di Gradisca, Klagenfurt e Nova Gorica, con finale al Dacia Arena Friuli di Udine

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy