Torneo delle Regioni: Allievi, sfuma il sogno finale

Torneo delle Regioni: Allievi, sfuma il sogno finale

Svanisce a 2 minuti dal termine il sogno “San Siro” degli allievi colpiti e affondati da un Piemonte che ha provato maggiormente a fare la partita e che ha trovato, nei suoi cambi, gli uomini giusti capaci di affondare il colpo. Decisive nei minuti finali le reti dei piemontesi Nastasi e Bertetto.
Il tabellino

FRIULI VENEZIA GIULIA: Cellini, Paolini (Marcon), Possamai, Romani, Russian, Schiraldi, Venturini (Ponis), Garzitto (Galiazzo) Lombardi (Nardini), Dieye (Peresano), Cassin (Madonna). All: Andrea Massai.
PIEMONTE/VALLE D’AOSTA: De Rosa, Bersanetti (Conte), Saffioti (Ferraris), Lamantia, Lejthija (Vaqari), Birolo, Maci, Fadda, Armando (Bertetto), Garofolo (Nastasi), Apicella (Agostini). All: Diego Lombardi.

Arbitro: Bozzetto di Bergamo (Brambilla – Lipari)
Marcatori: st 38’ Nastasi, 44’ Bertetto.

Note: ammoniti Possamai, De Rosa, Lamantia, Vaqari. Calci d’angolo: 2 – 4. Recupero: pt 1’ st 5’

 SCANZOROSCIATE – Primo tempo con il Piemonte a farsi preferire con il passare dei minuti anche se dopo 5’ è Dieye ad avere sul destro una buona occasione, con il suo tiro a cercare la precisione, non forte,  e De Rosa a fare sua la sfera; sul  ribaltamento di fronte è Birolo, servito da Fadda, a non inquadrare la porta con il diagonale fuori.

 

Cerca di svariare fronte Dieye e al 14’, servito in profondità, riesce ad evitare anche De Rosa in uscita defilandosi troppo per un diagonale che esce sul fondo da posizione quasi impossibile. Ma corre il 31’ quando il Friuli Venezia Giulia crea la sua occasione migliore: Lombardi, posizionato al limite dell’area, raccoglie una corta respinta della difesa e spara verso l’incrocio dei pali chiamando De Rosa alla grande respinta; il primo ad intervenire sulla palla è Dieye che colpisce debolmente di testa permettendo ancora a De Rosa di bloccare.

Prende campo il Piemonte/Valle d’Aosta che alza decisamente il suo baricentro portando per ben due volte Armando alla conclusione: fuori di un soffio la prima con la sfera a scendere improvvisamente, respinta con i piedi da Cellini la seconda da sul potente destro. Ripresa che sembra iniziare per il verso giusto per il Friuli Venezia Giulia e dopo nemmeno 10 secondi Cassin ruba palla a Bersanetti con la sua conclusione, fuori, da buona posizione.

E’ Cellini il migliore in campo del Friuli Venezia Giulia e al 6’ si conferma tale quando respinge con i piedi, soluzione parsa davvero la più intelligente ed efficace, un calcio di punizione di Maci.

Iniziano i cambi, prova a varare tutto il fronte offensivo Massai ma i frutti delle sostituzioni li raccoglie il Piemonte che, seppur calato fisicamente, al 38’ passa: Nastasi raccoglie al limite dell’area una corta respinta della difesa friulana e spara un missile terra-aria che chiude la sua corsa sotto l’incrocio dei pali senza possibilità di intervento per Cellini.

Colpo pesantissimo che potrebbe essere pareggiato, però, al 43’ quando Madonna non approfitta di una uscita a vuoto di De Rosa mandando fuori da due passi a porta praticamente spalancata. Un errore decisivo che il Piemonte/Valle d’Aosta ripaga trovando, un minuto dopo, il raddoppio: lungo rinvio di De Rosa, difesa friulana completamente superata e tre uomini in maglia rossa a presentarsi davanti a Cellini; sulla prima conclusione di Agostini si oppone il portiere del Fontanafredda con Bertetto il primo ad avventarsi sulla palla e depositare a porta vuota la rete che manda il Piemonte/Valle d’Aosta alla finalissima di San Siro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy