Torneo delle Regioni: Juniores eliminati

Torneo delle Regioni: Juniores eliminati

Un vero peccato, qualificazione sfiorata, veramente mancata per un pelo. La Lombardia ci batte per due a uno in una partita che ci ha visti per lunghi tratti tenere testa ai padroni di casa che diventa la selezione più accreditata per la vittoria finale. I ragazzi di Pecile hanno fatto in definitiva un bel Torneo delle Regioni giocando un bel girone eliminatorio ed onorando anche questo quarto di finale. Va avanti la Lombardia che in semifinale incontrerà il Piemonte V.A. che ha battuto nel suo quarto la Sicilia per 2-0.

 

 Il tabellino

FRIULI V.G.: Fachin (Ciroi), Catania, Del Riccio (Micelli), Gurgu (Stanic), Medeot, Paravano, Petris (Savic), Piccolotto (Zanutto), Righini, Santoro, Vettoretto All. Pecile

A disposizione: Battaglini, Scrazzolo, Selva,

LOMBARDIA: Barbieri, Boroni, Brescianini (Di Maggio), Cataldo (Tosi G), Gibellini (Becchi), Mazzola, Monetti (Oldrini), Ricupati, Robustellini (Dragoni), Tarchini, Torriani – All. Cogliandro

A disposizione: Martignoni, Carobbio, Lozza, Tosi A.

Arbitro: Cadirola (MI) – Assistenti: Marchese (Lodi) e Fornaroli (Saronno), Righini (F), Santoro (F)

Marcatori: Nella ripresa all’8 Righini, 29’ Torriani (L), 37’ Tosi L.

Note: Campo in erba – Calci d’angolo 6-1    Recupero: pt 4’ – st 4’

La cronaca

Lo stadio comunale di Zanica (BG) ospita la gara di semifinale tra le selezioni juniores di FVG e Lombardia. Chi vince torna a casa, la vincente prosegue la strada che porta verso San Siro. Al 4’ la prima occasione per la formazione di Pecile,  la difesa lombarda si salva in corner. Nel giro di dieci minuti la pressione del FVG produce ben quattro corner. E nasce da azione di calcio d’angolo l’unica occasione dei lombardi. Al 13’ Mazzola batte un corner rasoterra per Gibellini che libero da marcatura, può calciare direttamente in porta, ma la sfera si spegne a lato.

Al 20’ l’episodio che avrebbe potuto sbloccare il risultato a fare del FVG. Il portiere lombardo tentenna su un retropassaggio e sulla pressione di Paravano la palla arriva sui piedi di Del Riccio, che anziché battere a botta sicura cerca il dribbling su Boroni, sprecando di fatto una buona occasione.

Al 33’ Fachin viene ostacolato sull’uscita di pugno e rimane a terra rimediando un taglio all’arcata sopracigliare che lo vede costretto ad abbandonare anzitempo il campo.

Un indeciso Medeot al 43’ spiana la strada a Mazzola, che al momento del tiro si allunga un pò troppo la palla. Finale di primo tempo di marca lombarda nel primo dei quattro minuti di recupero concessi, Gibellini ci prova con un diagonale forte ma non preciso che sorvola di poco la traversa.

Buono l’inizio di ripresa dei nostri, al 7’ Del Riccio riceve palla all’altezza della linea di centrocampo, s’invola verso l’area lombarda seminando i diretti avversari, ma arriva stremato al momento della conclusione.

All’8’ Catania viene atterrato ai 25’ metri, l’arbitro sanziona il fallo con un calcio di punizione, del quale si incarica della battuta Righini. Il mancino disegna una perfetta parabola che si spegne proprio sotto la traversa, insaccandosi alle spalle di Barbieri. In svantaggio di una rete i padroni di casa, tentano un’immediata reazione con Gibellini, sul cui tiro si fa trovare pronto Ciroi. Al 14’ senza esiti la prevedibile punizione di Vettoretto. La pressione dei lombardi nella nostra metà campo, con il passare dei minuti diventa asfissiante, nostri abbassano decisamente il baricentro cedendo campo alle azioni dei padroni di casa. Al 29’ la rete del pareggio, sulla lunga rimessa con le mani di Dragoni, il batti e ribatti in area finisci sui piedi di Torriani che nella mischia trova lo spiraglio giusto nella porta difesa da Ciroi. Hanno speso troppo i ragazzi di Pecile e faticano ad uscire dalla loro metà campo, al 37’subiscono la seconda rete: Medeot cilecca clamorosamente un facile rinvio in area e la palla diventa un prezioso assist per Lorenzo Tosi, che altro non può fare che ringraziare del dono e segnare la rete che dà la qualificazione alla Lombardia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy