Triestina: Blitz ultrà a Prosecco

Triestina: Blitz ultrà a Prosecco

L’ette calda, anzi bollente , della Triestina continua. A raccontare il nuovo episodio, come sempre, Il Piccolo, che ha riportato come dall’indifferenza dei tifosi dei primi giorni di allenamenti, si sia passati alla contestazione vera e propria degli ultras alabardati.
Banconote (false) da 50 euro, ortaggi marci e alcuni petardi, uno dei quali finito a bruciacchiare il terreno di gioco in sintetico. E alla fine danni valutati in circa 15mila euro. l blitz di un gruppo di ultras della Triestina – una ventina o poco più di persone – è stato compiuto attorno alle 10 di ieri mattina al campo di Prosecco. In campo, i giocatori dell’Unione Triestina 2012 stavano svolgendo il terzo allenamento stagionale dopo quelli d’esordio di sabato mattina e pomeriggio agli ordini del neo tecnico Cristiano Masitto. I contestatori sono arrivati al grido di «Pontrelli vattene» e hanno lanciato frutta e verdure marce e i petardi, il tutto accompagnato da fotocopie di banconote da 50 euro interrompendo così per qualche minuto l’allenamento. La scena si è svolta sotto gli occhi anche degli agenti della questura (già sabato una pattuglia aveva seguito il primo allenamento della squadra per vigilare contro eventuali contestazioni), agenti che hanno provveduto a fotografare e a riprendere i fatti, fotografie e video che saranno ora esaminati con attenzione.
 Il presidente Pontrelli però non c’era. Lui è il bersaglio della contestazione, ma per ora sembra voler andare avanti dritto. Ricordiamo che i tifosi mesi fa avevano fatto inibire dalle maglie  anche lo storico simbolo del club. (Foto Il Piccolo)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy