Bologna, Mihajlovic: “Udinese squadra forte. Può metterci in difficoltà”

Bologna, Mihajlovic: “Udinese squadra forte. Può metterci in difficoltà”

Le parole del tecnico del Bologna in attesa della sfida di domani contro l’Udinese

di Redazione

UDINE – Domani alla Dacia Arena è atteso un match molto importante soprattutto per la lotta salvezza. L’Udinese infatti dovrà vedersela col Bologna. La squadra di Sinisa Mihajlovic ha dimostrato di essere in salute mettendo in campo buone trame di gioco. Solo il difficile calendario non ha permesso ai rossoblu di ottenere quello che meritavano. Il compito della squadra di Nicola sarà quello di non perdere, visto che il club emiliano, oggi terzultimo, dista solo quattro lunghezze. In attesa del match ecco le parole in conferenza stampa da parte di Mihajlovic.

Sul momento: “Nelle ultime due partite abbiamo giocato alla pari con squadre di grande livello. Purtroppo non possiamo permetterci di perdere altri punti, il mio obiettivo è uscire dalla zona retrocessione prima della sosta”.
Sull’Udinese: “Domani giochiamo contro una squadra forte, hanno giocatori importanti che ci possono mettere in difficoltà ma dipende tutto da noi, sarà fondamentale interpretare bene la partita. Dobbiamo cominciare a fare punti, ma la strada è quella giusta. 3000 tifosi rossoblù a Udine? Sono molto orgoglioso del nostro pubblico”.
Su Dijks: “Sta crescendo, deve migliorare ancora in tante cose. Soprattutto deve migliorare l’italiano: non capisce niente di quello che gli dico. Helander gli fa da traduttore ma non so se traduce bene”.
Su Sansone: “Non ci sono problemi, sta bene. Poi vedremo se giocherà o meno, ma fisicamente è a posto”.
Su Pulgar: “Non credo che cambierò il modulo per l’assenza di un solo giocatore. Abbiamo diversi giocatori che possono giocare in quel ruolo. Giocherà uno tra Nagy e Dzemaili, ma chiunque giocherà non farà rimpiangere Erick”.
Sulle 250 presenze da allenatore in Serie A: “Potevano essere di più se non fossi andato due anni in Nazionale e se non avessi preso tutte quelle espulsioni. Sono contento della mia carriera, spero di allenare almeno altri 15 anni”
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy