Barak è risorto, l’Udinese espugna Verona

Barak è risorto, l’Udinese espugna Verona

La squadra di Pecchia non è certo stata un ostacolo insormontabile ma come già successo in altre occasioni ci poteva essere lo stesso il rischio di compromettere il risultato

di Redazione

E’ tornato Barak, viva Barak.

Il ceco assieme ad altri suoi compagni ritrova un po’ di condizione fisica e in uno dei suoi inserimenti va in gol di sinistro su cross del suo connazionale Jankto.

Mancava da troppo tempo e nel momento in cui non ci si può attendere solo i gol da Lasagna ecco che l’apporto del centrocampista bianconero può diventare fondamentale per questo finale di campionato al cardiopalma

Non è stata una partita bellissima, eppure le occasioni per arrotondare maggiormente il risultato ci sono state, soprattutto prima del gol del vantaggio, con De Paul e Lasagna.

La squadra di Pecchia non è certo stata un ostacolo insormontabile ma come già successo in altre occasioni ci poteva essere lo stesso il rischio di compromettere il risultato, invece i bianconeri hanno retto fino al novantesimo e di questo bisogna essere soddisfatti.

Sarà stata la nuova disposizione in campo voluta da Tudor, il ritorno alla difesa a quattro ha avuto il suo effetto positivo, o quel pizzico di attenzione e grinta in più, sta di fatto che l’udinese dopo ben tredici partite è tornata finalmente alla vittoria e nel momento più cruciale.

Con il successo sul Verona si pensava anche di chiudere definitivamente il discorso salvezza, invece bisognerà attendere ancora una domenica, ma se l’Udinese mostrerà la stessa grinta vista al Bentegodi potrebbe davvero mettersi al riparo da ogni sorpresa.

Ora manca l’ultimo passo, quello interno contro il Bologna domenica prossima, la via intrapresa da Tudor sembra quella giusta ed ora che Barak sembra essere risorto le possibilità di salvezza e di vittoria sulla squadra di Donadoni sono aumentate.

 

P.M.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy