Udinese, difetto endemico (Di M. Giacomini)

Udinese, difetto endemico (Di M. Giacomini)

L’Udinese cade col Carpi, un difetto endemico quello dei bianconeri che mancano sempre il salto di qualità

Commenta per primo!

Molto male, una sorpresa negativa nel vero senso della parola: un primo tempo davvero  inguardabile, di uno squallore mai visto quest’anno. Una squadra, il Carpi, che ha meritato per il coraggio  mostrato, con alcuni elementi cresciuti dall’interregionale. Non so se è presunzione, ma posso fare un rilievo: avrei fatto giocare Wague, con la loro forza fisica davanti sarebbe servito uno come il maliano. Il primo gol preso è stato emblematico in tal senso, con un errore abbastanza clamoroso di Piris e Danilo.

Il secondo gol poi è stato frutto di un’altra dormita di Danilo e della difesa, pur giocando a quattro. Poi ci mettiamo due parate di Karnezis e si capisce che gara sia stata.
Il gol dell’Udinese è stato di confusione, senza creare davvero altre occasioni, se non quel palo che avrebbe consentito il pari, ma immeritatamente.

E’ un difetto endemico di questa squadra: quando fa prestazioni anche interessanti, poi cade. Pensavo che Colantuono l’avesse risolto, invece ecco di nuovo la caduta dinanzi a una squadra abbordabile. E’ difficile commentare una gara così: Badu, Lodi non pervenuti, come Adnan e molti altri.

Con quello che guadagnano però le motivazioni dovrebbero venire da sole, comunque io avrei fatto un turnover più ampio: ci volevano determinati elementi in campo.

Massimo Giacomini @MondoUdinese

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy