Cabrini: Politica dei Pozzo corretta. Calcio femminile professionale

Cabrini: Politica dei Pozzo corretta. Calcio femminile professionale

Ospite della Club House bianconera, il ct della nazionale femminile, Antinio Cabrini, si è fatto applaudire da tutta la platea per i suoi racconti di calcio. «Il calcio femminile mi ha fatto scoprire un  ambiente professionale e professionistico, abbinato a una grande passione, che è molto più forte rispetto al mondo maschile. La più grande differenza non è sotto l’aspetto tecnico tattico, ma è mentale. Le ragazze, ad esempio,  vogliono sempre sapere perché devono fare quel movimento».

Il discorso cade sul suo glorioso passato:  «Ho giocato 13 anni in una delle società migliori del calcio internazionale, dove ho appreso la mentalità vincente e la voglia di non mollare mai che mi ha insegnato il Trap».

Vicino c’è Causio, ex compagno proprio alla Juve:  «Il Barone è sempre il Barone. Molti dicevano che era antipatico, ma non è vero, è sempre stato disponibile con i giovani e più di qualche attaccante deve ringraziarlo per essere arrivato ad alti livelli».

Infine una battuta sull’Udinese: «La politica dei Pozzo è quella corretta, anche se non sempre  puoi trovare i gioiellini da lanciare, ci possono quindi stare anche annate un po’ meno brillanti. Di Natale? Fosse per me lo metterei nel congelatore dopo ogni gara per farlo giocare ogni partita».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy