Calcio: De Laurentiis, quello italiano da rifondare

Calcio: De Laurentiis, quello italiano da rifondare

“Macche’ riformare, il calcio italiano e’ da ri-fon-da-re”. “Ho ancora molte cose da fare con il Napoli e nel mondo del calcio. Anche se so bene che molti mi danno del visionario. Non e’ vero, io invece replico che ho delle ‘vision’. Vengo da un mondo dove si deve essere creativi per essere dei vincenti, a livello di soggetto, sceneggiatura, regia e di promozione. Ho rivoluzionato il mondo del cinema, intendo farlo anche nel calcio. Sono convinto che nella vita bisogna sempre portare innovazione. Io sono un rullo compressore”. Lo dice, in un’intervista al Corriere della Sera, il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis. “Bisogna estendersi, creare un campionato europeo per club, abbattere certi confini, far capire a istituzioni che si muovono e vivono in modo obsoleto e conservativo, Fifa e Uefa, controllando per giunta un patrimonio finanziario immenso, che siamo arrivati ad un livello di emergenza – aggiunge il presidente del club partenopeo – Andrea Agnelli e io tre anni fa avevamo proposto una ristrutturazione della Lega, con due grandi manager che lavorassero su due fronti: estero e e istituzionale italiano. Le nostre priorita’ non sono state accolte. Macche’ riformare, il calcio italiano e’ da ri-fon-da-re”, afferma il numero uno del Napoli. (Fonte AGI)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy