Calcio: Rivoluzione cartellini, la squalifica scatta dopo 5 gialli

Calcio: Rivoluzione cartellini, la squalifica scatta dopo 5 gialli

Novità importanti dal Consiglio Federale non solo in tema campionati, ma anche regolamentari. Si è deciso, infatti, di portare da 4 a 5 i cartellini gialli prima di far scattare la squalifica. Una rivoluzione che diminuirà le sospensioni notevolmente, specie nelle prime giornate.

Il Corriere dello Sport dedica un’ampia pagina a questo tema:
Aspettando il debutto della goal-line technology in Serie A (con antipasto cinese in Supercoppa), dove per altro è stato riconfermato l’utilizzo degli arbitri d’area (dopo mesi di scontri Aia-Figc sul tema e sull’investimento federale di 1,2 milioni di euro), il calcio italiano ieri, dal massimo campionato alla D, si è regalato una riforma meno futuribile ma dalle ripercussioni tecnico-disciplinari senza dubbio altrettanto impattanti. Il Consiglio Federale di ieri infatti ha deciso di modificare il comma 9 dell’articolo 19 del CdGS, che regola appunto l’applicazione delle sanzioni disciplinari legate ai cartellini gialli per ogni singolo calciatore, oltre alle eventuali recidive seguite al turno di squalifica per somma di ammonizioni. Fin qui la normativa prevedeva due modelli sanzionatori, per A e B e per gli altri campionati. In particolare la sequenza applicata dal giudice sportivo nei due tornei di vertice era la seguente: 4-4-4-3-2-1 ovvero squalifiche a intervallo decrescente. La nuova “tabellina”, dalla A alla D, invece seguirà un codice numerico diverso: 5-5-5-4-3-2-1.
 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy