Anche la Uefa a favore del mercato più breve

Anche la Uefa a favore del mercato più breve

Il presidente Ceferin ha ribadito: “E’ strano che si possa iniziare la stagione con un club e poi passare ad un altro subito dopo: non è buono in senso sportivo”

di Redazione

La decisione della Premier League di chiudere il mercato estivo, a partire dal 2018, prima dell’inizio del campionato sta già facendo proseliti. Ad avvallare la scelta degli inglesi è anche il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin che ha dichiarato all’emittente tedesca Ard: “La finestra per i trasferimenti è aperta troppo a lungo, è strano che si possa iniziare la stagione con un club e poi passare ad un altro subito dopo: non è buono in senso sportivo“. Il numero uno del massimo organismo del calcio europeo ha poi parlato del fair play e della gestione del “portafoglio” giocatori da parte delle società: “Il fair play finanziario è stato introdotto per dare stabilità al sistema calcio, ma i tempi stanno cambiando e dobbiamo adattarlo, modernizzarlo: dobbiamo fare qualcosa per dare equilibrio alla competizione sportiva, perché il divario tra grandi e piccoli club è sempre più alto. È un momento cruciale, stiamo valutando molte idee come, ad esempio, una più stringente limitazione dei giocatori tesserati e dei prestiti di giocatori. Alcuni club ne hanno fatti davvero troppi, spesso di giovani, per poi magari acquistare un 30enne solo per indebolire altri club“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy