Premier: tris City, sorpasso al Southampton

Premier: tris City, sorpasso al Southampton

Il Manchester City rosicchia due punti al Chelsea. La squadra di Pellegrini vince 3-0 sul campo del Southampton di Pellé e scavalca proprio i ‘Saints’ al secondo posto in classifica. Il City sblocca il risultato con Yaya Touré al 51′ e, dopo essere rimasto in 10 uomini per l’espulsione di Mangala, chiude i conti con Lampard (80′) e Clichy (88′). I campioni d’Inghilterra salgono a 27 punti e si portano a -6 dal Chelsea, bloccato sullo 0-0 dal Sunderland.

Dopo un primo tempo avaro di emozioni la partita si accende nell’intervallo. E come spesso accade nelle gare importanti è Touré a indicare al City la via da seguire: al 51′ il centrocampista ivoriano riceve palla da Aguero al limite dell’area e scarica un destro che non dà scampo a Forster. Mangala prova a complicare la vita ai compagni facendosi cacciare per doppia ammonizione al 74′, ma per fortuna del City ci pensa Lampard a spegnere sul nascere le speranze di rimonta del Southampton: l’ex Chelsea firma il 2-0 con un destro chirurgico dai 16 metri. Clichy mette il sigillo finale siglando il 3-0 su un altro assist di Aguero al termine di un’azione in contropiede. Il Tottenham batte in rimonta 2-1 l’Everton a White Hart Lane nel match che chiude la 13esima giornata di Premier League. I Toffees di Roberto Martinez sbloccano il risultato al 15′ con gran bel destro a girare del belga Mirallas. Al 21′ i padroni di casa pareggiano col danese Eriksen che raccoglie la respinta del portiere dopo tiro dal limite di Kane e insacca a porta vuota. Prima dell’intervallo la squadra di Pochettino trova il gol del sorpasso sul 2-1: Kane ruba palla in pressing, Lennon si invola e poi serve Soldado che col destro a incrociare batte Howard. Secondo successo di fila per gli Spurs che salgono a 20 punti agganciando l’Arsenal al sesto posto mentre l’Everton resta a 17 in decima posizione. (Mediaset)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy