Catania: partite truccate, arresti in corso

Catania: partite truccate, arresti in corso

Il Catania trema. La Polizia di Stao, infatti, sta eseguendo sette ordinanze di custodia cautelare nei confronti di dirigenti del club etneo, che avrebbero comprato alcune partite del campionato di calcio Serie B appena concluso, per consentire alla squadra di vincere ed evitare così la retrocessione.

Tra i fermati il presidente Antonio Pulvirenti, l’amministratore delegato Pablo Cosentino, il direttore generale Daniele Delli Carri.

L’inchiesta è coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Catania. I dirigenti arrestati sono accusati, a vario titolo, di frode in competizioni sportive e truffa. Perquisizioni sono in atto anche a Roma, Reiti e Campobasso.

Se le accuse verranno confermate e gli incartamenti girati alla procura federale, chiaro che il Catania potrebbe subire clamorose penalizzazioni, per cui anche il destino di Pasquale Marino (che in questi giorni avrebbe dovuto legarsi al suo vecchio club) non è più così certo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy