Tim Cup, domani sera la Juve proverà a ipotecare la finale

Tim Cup, domani sera la Juve proverà a ipotecare la finale

La Vecchia Signora affronterà in casa il Napoli per l’andata delle semifinali. Allegri: “Sarà una partita complicata, ma il nostro obiettivo è arrivare fino in fondo”. Previsto qualche cambio nell’undici di partenza

Juventus concentrata sulla Coppa Italia. Domani alle 20.45 allo Stadium (diretta tv su Rai Uno), infatti, la formazione di Massimiliano Allegri – prossima avversaria dell’Udinese in campionato – scenderà in camo per l’andata delle semifinali di Tim Cup contro il Napoli. L’obiettivo, come dichiarato dal tecnico toscano in conferenza stampa, è conquistare un risultato positivo per puntare dritto alla finale (l’altra semifinale tra Lazio e Roma si giocherà mercoledì sempre alle 20.45).

Troveremo una squadra rabbiosa dopo la sconfitta di sabato scorso contro l’Atalanta – spiega il mister bianconero -. E sarà una partita complicata, come è normale che sia in una semifinale di Coppa. La cosa più importante, considerato che giochiamo l’andata in casa, sarà non prendere gol. Vogliamo creare i presupposti per arrivare in finale, e sarebbe la terza di seguito, e poi cercare di vincere. Ora abbiamo il Napoli, poi penseremo all’Udinese. Abbiamo sette punti di vantaggio in campionato e stiamo facendo discretamente bene il nostro cammino. In Champions abbiamo vinto 2-0 a Porto nella gara di andata e siamo in Semifinale di Coppa Italia. Sono risultati importanti, ed è normale che l’obiettivo primario della Juventus fosse arrivare a marzo pienamente in corsa in tutte le competizioni. Ora ci siamo, e dobbiamo prepararci al rush finale“.

Il tecnico ex Milan ha parlato anche della formazione che schiererà contro i partenopei: “Oggi valuterò tutta la squadra, ieri quelli che non hanno giocato sabato hanno svolto un buon allenamento e stanno tutti bene. In porta gioca Neto: finora ha fatto ottime partite, è un grande portiere che alla Juventus fa il secondo soltanto perché ha davanti Buffon. Di difensori centrali, ne ho cinque a disposizione. Sicuramente riposa Rugani, dopo l’allenamento di oggi dovrò scegliere tra Bonucci, Chiellini, Barzagli e Benatia. Sulle fasce, rientrano Asamoah e Lichtsteiner. Nel mezzo valuterò Pjanic e Khedira; Marchisio va gestito nel migliore dei modi, mentre Rincon e Lemina stanno bene ed oggi deciderò chi far giocare. In attacco? Quando è entrato sabato sera, Dybala ha fatto molto bene. Sturaro ha caratteristiche differenti da Mandzukic quando gioca da esterno, ma è un elemento importante: quello che conta è non perdere la solidità. Higuain ha bisogno di giocare, più gioca e più entra in condizione, è un giocatore importante, sta facendo bene e siamo molto contenti. Per quanto riguarda Pjaca, oggi valuterò se farlo giocare dall’inizio: domani i cambi saranno fondamentali, perché abbiamo giocato due giorni fa e le forze fresche in panchina sono molto importanti».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy