‘Dirty Soccer’, il comunicato di Federsupporter

‘Dirty Soccer’, il comunicato di Federsupporter

Federsupporter, primo sindacato dei tifosi delle discipline sportive di squadra, si costituirà quale persona offesa del reato anche nel procedimento relativo alla vicenda “Dirty Soccer” in corso dinanzi al Tribunale di Catanzaro. La decisione dell’associazione segue alla precedente vicenda “Calcioscommesse”, iniziata nel 2012, in cui si è costituita quale persona offesa dal reato nel procedimento in corso dinanzi al Tribunale di Cremona.

Inoltre Federsupporter invierà nel corso della prossima settimana un ampio e dettagliato Dossier al Governo, nelle persone del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Sottosegretario con delega allo sport, ma non solo, su tutti gli aspetti negativi che contraddistinguono un  sistema non più in grado di autoriformarsi e che, per essere realmente cambiato in positivo, richiede urgenti e ineludibili interventi dall’esterno. In particolare, Federsupporter richiamerà l’attenzione su macroscopiche situazione di conflitto di interessi, di inosservanza dei doveri di lealtà, correttezza e probità, sulla messa in evidenza di criteri sulla ineleggibilità e decadenza da cariche sportive: criteri caratterizzati da interpretazioni dei regolamenti spesso fantasiose e dal cambiamento in corsa di regole palesemente ad personam. Richiamerà, inoltre, l’attenzione sull’attività degli agenti dei calciatori che, coś come ripetutamente, ma  finora invano, esposto per iscritto al competente Ministero del Lavoro, non è compatibile con la vigente disciplina di legge in  materia di intermediazione di manodopera, dovendosi mettere fine ad una vera e propria, quanto illecita, forma di “caporalato” per quanto riguarda il mercato dei calciatori ed ai correlativi intrecci di rapporti tra questi ultimi, i predetti agenti e le società che, oltre a integrare spesso situazioni di macroscopico conflitto di interessi, si sono prestati e si prestano, come rilevato dalla stessa Corte di Cassazione,  a cospicue evasioni ed elusioni fiscali, nonché al riciclaggio di denaro.

Infine Federsupporter richiederà, in primis, con forza, di essere preventivamente consultata dal Governo in ordine ad ogni ipotesi di riforma del sistema sportivo e calcistico, in spirito collaborativo e di leale cooperazione, proprio sul ribadito presupposto dell’esigenza che una vera e seria riforma del nostro sport e del nostro calcio deve e non pụ che venire dal basso: vale a dire dai tifosi, almeno dalla stragrande maggioranza della parte sana di essi, collettivamente rappresentati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy