Europa League: Il Koper di Vanoli eliminato

Europa League: Il Koper di Vanoli eliminato

Commenta per primo!

Sospiro di sollievo per il West Ham, record per il Debrecen e festeggiamenti in tutta la Scandinavia al termine delle gare di ritorno del secondo turno di UEFA Europa League. Esce anche il Koper di Vanoli contro l’Hajiduk Spalato: netta sconfitta per 4-1.

IL report da Uefa.com

Birkirkara – West Ham United (dopo calci di rigore, risultato complessivo: )

Il Birkirkara aveva subito gol solo nei minuti di recupero la scorsa settimana e con la rete al 15′ dell’ex nazionale italiano Fabrizio Miccoli, insieme all’espulsione nel primo tempo di James Tomkins del West Ham, costringe ai supplementari i partecipanti per il premio Fair Play. Mauricio Mazzetti del Birkirkara viene espulso al 108′, ma non succede altro e la gara va ai calci di rigore. Decisivo l’errore dal dischetto di Vukanac, che consente al West Ham di accedere al terzo turno di qualificazione.

Astra Giurgiu – Inverness Caledonian Thistle 0-0 (risultato complessivo: 1-0)
Dopo la qualificazione da brividi della Steaua in UEFA Champions League, è stato relativamente semplice per i rumeni dell’Astra. Entrambi i portieri sono stati impegnati stasera nella gara in cui la squadra rumena ha eliminato i debuttanti scozzesi. Ora l’Astra affronterà il West Ham.

Debrecen – Skonto 9-2 (risultato complessivo: 11-4)
La gara è stata equilibrata la scorsa settimana in Lettonia, ma non stasera in Ungheria, dove il Debrecen ha ottenuto la più larga vittoria europea, mentre lo Skonto ha fatto registrare la più ampia sconfitta in competizioni UEFA. Il gol di Tibor Tisza al settimo minuto ha aperto la strada al Debrecen, in cui hanno segnato sette giocatori diversi. Ora affronteranno il Rosenborg, che ha sconfitto il KR e ha permesso a tutte e tre le squadre norvegesi di qualificarsi, dopo i successi dell’Odds BK sullo Shamrock Rovers e dello Strømsgodset sul Mladá Boleslav.

Mladost Podgorica 2-4 Kukës (risultato complessivo: 3-4)
Gli albanesi del Kukës, che hanno disputato i play-off nel 2013/14, affronteranno ora il Legia Warszawa dopo la trasferta in Montenegro in cui hanno ribaltato la sconfitta casalinga per 1-0 dell’andata. Decisivi per la vittoria le reti nei primi 32 minuti di Felipe Moreira, Pero Pejić ed Erick Flores.

University College Dublin – Slovan Brasitlava 1-5 (risultato complessivo: 1-6)
L’unica squadra di seconda divisione rimasta nella competizione, l’UCD, sperava di ribaltare il punteggio in casa, ma il gol di Róbert Vittek al 41′ è stato il primo di tre gol personali nel 5-1 finale. Il prossimo avversario degli sloveni sarà l’FC Krasnodar.

Omonia – Jagiellonia 1-0 (risultato complessivo: 1-0)
Cillian Sheridan ha segnato all’8′ l’unico gol della doppia sfida contro gli avversari polacchi dell’Omonia e la vittoria è arrivata nonostante il portiere di casa Constantinos Panagi abbia perso una lente a contatto a un quarto d’ora dalla fine. Il match è stato sospeso momentanemente per permettere allo staff medico della squadra di casa di sostituire la lente a Panagi. L’Omonia incontrerà ora il Brøndby, che ha pareggiato 0-0 ed eliminato la Beroe Stara Zagora dopo la vittoria per 1-0 all’andata.

Rabotnicki – Jelgava 2-0 (risultato complessivo: 2-1)
Il Rabotnicki guadagna la sfida contro il Trabzonspor dopo aver ribaltato la sconfitta dell’andata in soli 17 minuti. Blazhe Ilijoski apre le marcature con il suo primo gol in 12 gare europee, prima del raddoppio di Suad Sahiti che qualifica i vincitori della coppa di Macedonia.

Elfsburg 1-0 Randers (dts, risultato complessivo: 1-0)
Nell’unica gara di ritorno disputata martedì, gli svedesi dell’Elfsborg hanno eliminato gli avversari danesi ai supplementari. L’unico gol è arrivato al 184′ minuto dal subentrato Simon Lundevall.

In una sfida difficile, i Randers hanno lottato con tutte le loro forze ma a sei minuti dalla fine dei tempi regolamentari hanno perso Nicolai Brock-Madsen, espluso per doppia ammonizione, e si sono visti negare il probabile gol della qualificazione per la regola dei gol in trasferta al 119′, quando il loro ex portiere Kevin Stuhr-Ellegaard ha salvato su Mustafa Amini. L’Elfsborg giocherà contro un’altra avversaria danese, l’Odd, e proprio come le norvegesi, anche tutte e tre le squadre svedesi si sono qualificate, con i successi dell’AIK sullo Shirak e dell’IFK Göteborg sullo Śląsk.

Reporter: Paul-Daniel Zaharia, Matthew Watson-Broughton, John Leonidou, Javier Aja, Emil Gasevski, Robert Johansson

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy