Fasan, dall’Udinese al Celtic. E ora l’Inter…

Fasan, dall’Udinese al Celtic. E ora l’Inter…

Commenta per primo!

Metti un italiano in Scozia. A Glasgow. Magari un portiere che sfiderà… l’Inter. Un sogno? No, la storia di Leonardo Fasan. Cresciuto nel settore giovanile dell’Udinese, è volato in Scozia quando aveva ancora sedici anni. Un allenamento dopo l’altro, la pioggia a fargli compagnia mentre tornava a casa. Poi, il primo contratto da professionista: triennale, con lo sguardo verso il mondo internazionale. Buffon come idolo, il sogno di rientrare in Italia in futuro. Ora, però, l’Inter. Da avversaria. Cosa ha pensato quando ha visto il sorteggio? “Prima – ammette Fasan a GianlucaDiMarzio.com – speravo proprio di incontrare una squadra italiana. Sono contento che sia l’Inter anche perché non sono mai stato a San Siro e l’atmosfera sarà qualcosa di unico”.

Lei è cresciuto a Udine guardando le parate di Handanovic. Chiederà la sua maglia?
Se ce ne sarà l’opportunità, perché no… Handanovic è un grande portiere, e ho avuto anche la fortuna di vederlo giocare all’Udinese visto che, prima di volare qui in Scozia, sono cresciuto in bianconero fino ad arrivare agli Allievi”.

E il Celtic come sta?
“Tutti i ragazzi stanno lavorando sodo e si stanno impegnando per questa stagione, stiamo provando a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati ad inizio anno”.

Com’è la Serie A vista da fuori?
“Sinceramente non ho visto tante partite, ma dai risultati che leggo in giro penso che sarà un bel duello tra Juventus e Roma per vincere il campionato”.

Qual è il suo sogno in vista della doppia sfida con l’Inter?
“Sono un po’ scaramantico, non voglio sbilanciarmi. Certo che esordire contro una squadra italiana a San Siro sarebbe straordinario”.

http://gianlucadimarzio.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy