Melissa Satta: “Boateng vittima dello Schalke”

Melissa Satta: “Boateng vittima dello Schalke”

Commenta per primo!

E’ ormai terminato il rapporto tra Kevin Prince Boateng, ex Milan, e lo Schalke O4, dopo che la società tedesca ha deciso di rescindere il contratto, ma  è stata Melissa Satta al settimanale ‘Chi’ a spiegare la verità: “Kevin non è stato licenziato dallo Schalke04 come scrivono i giornali, ma sospeso che è ben diverso. Lui è ancora sotto contratto con la squadra tedesca. Un contratto che scade tra un anno. La verità è che lo hanno usato come capro espiatorio perché la squadra andava male”.

“Dipingono Kevin come un bad boy, ma non c’è niente di più sbagliato. E’ un uomo di 28 anni che ama il calcio e fa il suo lavoro da professionista. C’è una sorta di pregiudizio contro di lui perché è tatuato e ha i capelli con la cresta ossigenata. Ma lui è un uomo di sani valori. In realtà l’hanno usato come capro espiatorio. La squadra andava male. Lo hanno spedito in panchina per nove partite senza motivo. Appena è rientrato in campo, ha segnato e fatto segnare. Poi l’hanno sospeso. Vi sembra normale? Forse a qualcuno dava fastidio”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy