Morto Petrin, fu osservatore dell’Udinese

Morto Petrin, fu osservatore dell’Udinese

Lutto nel calcio, a 82 anni è mancato Isaia Petrin, il “maestro”.

Il giocatore e allenatore di Vittorio Veneto negli anni ’60 fu allenatore sei settori giovanili di Vittorio Veneto e Conegliano, in seguito fu osservatore e segnalatore di giovani talenti per l’Udinese e il Milan.

Era chiamato “maestro”, o “sergente di ferro” e dè riuscito a far emergere un sacco di giovani calciatori. Facendoli diventare grandi. Manuel Gerolin, Stefano Strappa, Loris Pradella, Dari, Fausto Borin, Giorgio Papais, Gianni De Biasi, Massimo Orlando sono solo alcuni dei nomi che il “maestro” ha creato.

Gianni De Biasi lo ricorda così nella sua pagina Facebook:
Al mio “Maestro” Isaia Petrin

Oggi ci lascia un uomo che ha dato tantissimo al mondo del calcio, specie a quello trevigiano.
Per tutti era Petrin, quello che ancora prima di conoscerlo, veniva dipinto come un “duro”….
Balle! Petrin era un Uomo vecchia maniera, innamorato del suo lavoro, con una grande passione, e con l’unico obiettivo di tirare fuori il meglio dai ragazzi che aveva sotto la sua gestione.
Prima di tutto l’educazione, il rispetto degli altri e il sacrificio nel perseguire i propri obiettivi, questi i punti di forza del suo pensiero e del suo modo di lavorare.
Petrin era una persona seria, che mascherava la sua dolcezza d’animo, con la maschera da “duro” che si era costruito, per non farsi trovare spiazzato quando incontrava un ragazzino talentuoso, per non dover concedere sconti e favori, rispetto ai tanti meno bravi che si allenavano con lui.
Oggi ci ha lasciato per sempre!
Voglio ricordarlo con rispetto e simpatia perché per me é stato una guida, una fortuna che la vita mi ha riservato…
Auguro a tutti i ragazzi che si avvicinano al calcio di incontrare un Uomo, un Maestro come il grande Isaia Petrin.
Riposa in pace Maestro
 

 Petrin lascia la moglie Mirella con i figli Gabriele e Silvano. I funerali saranno celebrati probabilmente venerdì pomeriggio bella chiesa parrocchiale di Meschio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy