Belgio e Italia unite… dai parastinchi

Belgio e Italia unite… dai parastinchi

Il friulano Andrea Tavian recentemente ha avviato una nuova attività per la personalizzazione dei parastinchi. Tra i suoi clienti troviamo il giallorosso Nainggolan e il viola Bernardeschi

Mancano ormai poche ore al fischi di inizio di Belgio-Italia. Sarà il debutto ufficiale per la formazione di Antonio Conte, a caccia dei primi punti dopo una Parastinchi Nainggolan3preparazione che non ha fornito grandi certezze. Stesso discorso vale per il Belgio, ricco di talenti, ma in cerca di affermazioni a livello internazionale. Ma cos’altro hanno in comune le due nazionali? I parastinchi. Uno dei giocatori-simbolo del team allenato da Marc Wilmots, il giallorosso Radja Nainggolan, infatti, ha scelto un’azienda friulana la “Tav46” per personalizzare i suoi amati parastinchi assolutamente innovativi, in fibra di carbonio a tre stecche (con kevlar) o conchiglia unica e antiscivolo. Lo stesso discorso vale anche per i suoi compagni di squadra Eden Hazard (Chelsea), Vincent Kompany e Kevin De Bruyne (Manchester City) e Dries Mertens (Napoli), tutti entusiasti di poter personalizzare graficamente le loro protezioni.

Bernardeschi parastinchiMa anche nella Nazionale di Conte ci sono diversi calciatori che hanno affidato le “loro gambe” alla Tav46: si tratta di Federico Bernardeschi (Fiorentina), Lorenzo Insigne (Napoli), Matteo Darmian (Manchester United) e Alessandro Florenzi (Roma). L’azienda deve il suo nome al suo fondatore, Andrea Tavian, un ragazzo di Latisana, grande appassionato di calcio, da anni esperto del settore e figlio del tecnico Marco, attuale opinionista di Udinese Tv. “Il numero 46 – ha spiegato Tavian – è l’anno di nascita di mio nonno, scomparso lo scorso febbraio, al quale ho deciso di dedicare questo mio nuovo progetto“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy