De Biasi: “Contro l’Italia non partiamo battuti”

De Biasi: “Contro l’Italia non partiamo battuti”

La fiducia e’ alla base di qualsiasi rapporto di lavoro, un rapporto professionale si basa su quanto tu credi nelle persone con cui lavori. Poi bisogna avere delle doti ma un giocatore che ha avuto un’annata negativa ma di cui conosciamo le qualita’ tecniche, ha bisogno solo del supporto dell’allenatore e della societa’, del sentirsi importante

Commenta per primo!

“Le partite bisogna giocarle prima di considerarle vinte e questo leit-motiv ci potrebbe dare un grosso aiuto”. Gianni De Biasi, ct dell’Albania, sogna di fare un brutto scherzo agli azzurri venerdi’ a Palermo, nello scontro per le qualificazioni ai prossimi Mondiali. La scelta della sede non e’ casuale secondo il tecnico italiano, “perche’ a Palermo c’e’ una tifoseria piu’ calda, piu’ disposta verso la squadra azzurra” e questo va interpretato come un segno di rispetto verso l’Albania. Di sicuro De Biasi vorrebbe avere i problemi d’abbondanza di Ventura. “Abbiamo una base piu’ piccola – racconta ai microfoni di ‘Radio Anch’io Sport’ su RadioUno – Dobbiamo fare i conti con una realta’ a livello tecnico che non e’ il campionato italiano, abbiamo valori tecnici diversi: quando abbiamo alcune assenze, le avvertiamo immediatamente perche’ non abbiamo ricambi dall’under 21 o dal campionato interno. Ventura ha invece la fortuna di poter contare su una serie A che gli sta dando un grosso aiuto, penso all’Atalanta, e dove giocatori come Belotti e Immobile, che conosce bene, stanno facendo un campionato di altissimo livello”. L’esplosione di cosi’ tanti giovani in Italia nasce dal fatto che “gli allenatori hanno dato fiducia ai ragazzi. La fiducia e’ alla base di qualsiasi rapporto di lavoro, un rapporto professionale si basa su quanto tu credi nelle persone con cui lavori. Poi bisogna avere delle doti ma un giocatore che ha avuto un’annata negativa ma di cui conosciamo le qualita’ tecniche, ha bisogno solo del supporto dell’allenatore e della societa’, del sentirsi importante”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy