Euro 2019, a metà febbraio sopralluogo dell’Uefa a Udine

Euro 2019, a metà febbraio sopralluogo dell’Uefa a Udine

Nel corso del Consiglio federale della Figc si è parlato anche degli Europei Under 21 che vedranno coinvolte cinque città tra le quali il capoluogo friulano. Uva candidato al Comitato Esecutivo Uefa

Sarà il Direttore Generale della Figc Michele Uva il candidato italiano al Comitato Esecutivo Uefa, che si rinnoverà ad Helsinki il prossimo 4 aprile: il presidente federale Carlo Tavecchio lo ha comunicato nel corso del Consiglio federale svoltosi oggi presso la sede della Figc a Roma, al quale tra l’altro è intervenuto anche il Presidente del Coni Giovanni Malagò. “Abbiamo scelto una personaha commentato il Presidente Tavecchio nella conferenza stampa successiva alla riunione del Consiglio federale – che conosce il sistema e che saprà ben rappresentare l’Italia”.

Nella riunione odierna, aperta con il ricordo della Giornata della Memoria e l’ufficializzazione del minuto di raccoglimento in occasione di tutte le gare dei campionati di calcio in programma nel fine settimana per ricordare le vittime della tragedia di Rigopiano e dell’incidente occorso ai soccorritori del 118, il Consiglio federale ha proceduto all’approvazione all’unanimità del Budget 2017, del Manuale del Sistema delle Licenze Nazionali 2017-18 e del Regolamento dell’Assemblea Elettiva della Figc che si svolgerà il 6 marzo.

Nella sua informativa, il dg Uva, dopo aver ufficializzato le sedi delle gare Italia-Liechtenstein (stadio Friuli di Udine, 11 giugno) e Italia–Israele (Mapei Stadium – Città del Tricolore di Reggio Emilia, 5 settembre), ha presentato lo stato di avanzamento dell’organizzazione della fase finale del Campionato Europeo Under 21 del 2019, a conclusione della visita di tutte le città sedi di gara (Bologna, Cesena, Reggio Emilia, Udine e San Marino). “Abbiamo svolto nei giorni scorsi una serie di incontri nelle città sede di gara (Bologna, Cesena, Reggio Emilia, Udine e San Marino ndr) – ha commentato il dg – trovando grande entusiasmo nelle amministrazioni locali e nei club coinvolti. Vorremmo aggiungere una sesta sede al torneo che si svolgerà per la prima volta in Italia e stiamo valutando le possibilità da sottoporre alla Uefa per una eventuale valutazione”. Al riguardo, la delegazione Uefa visiterà le città coinvolte dal 14 al 16 febbraio prossimo.

Approvazione del budget
Dopo l’approfondita presentazione da parte del Direttore generale Uva, il budget 2017 è stato approvato all’unanimità. Nello specifico, il bilancio di previsione risente del nuovo taglio della contribuzione del Coni ed è stato predisposto considerando i principali elementi che caratterizzeranno le attività istituzionali e sportive che la Federazione è deputata ad assicurare. Il Margine Operativo Lordo registra un miglioramento di 11 mio € (attestandosi a 12,3 mio €), il Margine Operativo Netto di 9,9 mio € e il Risultato Operativo di 9,8 mio €. Il Risultato Ante Imposte risulta essere positivo per 6 mio € e dopo le imposte previste per 10,8 mio €, il Risultato d’esercizio del budget 2017 chiude in perdita per un valore di –4,8 mio €.

Approvazione Sistema Licenze Nazionali 2017-2018
Il Consiglio Federale ha approvato il Manuale del Sistema per le Licenze Nazionali 2017-2018 secondo le linee guida già deliberate nella riunione del Consiglio del 30 novembre 2016 che avevano stabilito una previsione pluriennale. L’obiettivo è emanare con congruo anticipo le norme almeno per il prossimo triennio. Gli argomenti in oggetto sono i criteri legali economici e finanziari, i criteri infrastrutturali ed i criteri sportivi ed organizzativi.

Di seguito le principali novità.

Lega Serie A
“Criteri Legali ed Economico-Finanziari”: in attuazione delle norme programmatiche sul Fair Play Finanziario, è stato introdotto il rispetto dell’indicatore di liquidità, nella misura minima di 0,6.
“Criteri Infrastrutturali”: sono state fissate le tempistiche per arrivare, entro la stagione 2020-2021, all’adeguamento ed alla realizzazione degli impianti sportivi, in linea con i requisiti previsti dall’UEFA Stadium Infrastructure Regulations, avendo come riferimento gli stadi di categoria 4.
“Criteri Sportivi e Organizzativi”: dalla stagione sportiva 2017-2018, in attuazione delle norme programmatiche sullo sviluppo del calcio femminile, le società dovranno partecipare al Campionato Giovanissime con almeno una squadra femminile.

(Figc.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy