Il Brasile è nel caso, critiche su Dunga e su alcuni giocatori

Il Brasile è nel caso, critiche su Dunga e su alcuni giocatori

Commenta per primo!

Il Brasile, dopo l’eliminazione prematura dalla Copa America, è bombardato dalle critiche.  Dopo quelle lanciate da Ronaldo, ci ha pensato Rivaldo a rincarare la dose dopo la precoce eliminazione dalla Coppa America. “Il Brasile dovra’ aspettare piu’ di 30 anni per tornare a vincere un Mondiale se non cambiano le cose anche a livello di convocazioni – dice l’ex Milan e Barcellona, ora giocatore-presidente del Mogi Mirim -. Per favore, convochiamo i migliori, se non vogliamo subire altre vergogne”. Rivaldo punta il dito in particolare contro la scelta di Dunga di chiamare Diego Tardelli, che gioca in Cina, Everton Ribeiro, negli Emirati Arabi, persino Douglas Costa e Fred, nello Shakhtar Donetsk. “Oggi qualsiasi giocatore puo’ essere convocato in nazionale, io ricordo invece – spiega Rivaldo – che nel 2006 non fui chiamato per il Mondiale perche’ giocavo in Grecia, nell’Olympiakos, pur essendo stato scelto per 2 volte come migliore giocatore del torneo. Quel campionato era sicuramente molto piu’ importante di altri in cui giocano parecchi giocatori della Seleçao attuale”.
Da molti piovono critiche proprio per quei brasiliani che hanno scelto di giocare in paesi non calcisticamente di primo piano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy