Italia sì! Altra vittoria con la Svezia. Azzurri tra le magnifiche sedici

Italia sì! Altra vittoria con la Svezia. Azzurri tra le magnifiche sedici

L’Italia vince nel finale con una magia di Eder: tre punti che proiettano gli Azzurri agli ottavi. Ora l’ultima gara con l’Irlanda per capire se da primi o secondi.

Matteo Renzi è stato impegnato nell’assemblea plenaria del Business Forum di San Pietroburgo, quando ha giocato l’Italia. “Il mio intervento sarà alle 15“, scrive su Twitter il premier che stamattina ha raccontato ai giornalisti il rammarico della coincidenza e l’impossibilità di vedere la partita dell’Italia perché al tavolo con il presidente russo, Vladimir Putin. “Mi mangio le mani…” scherza Renzi.

Baragli e Ibra in azione
Barzagli e Ibra in azione

A parte che gli italiani in ogni caso pretendono che i propri politici lavorino anche se gioca l’Italia, il fatto è che alla fine si è perso una vittoria che proiettano gli Azzurri agli ottavi di finale..

Gli Azzurri non sono parsi brillanti come col Belgio, anche a causa di una Svezia che ha fatto della fisicità la sua arma, specie dietro dove persino Pellé appariva mingherlino dinanzi agli stangoni scandinavi. Anche in mezzo l’Italia non ha mostrato un granché, con il solo Giaccherini a cercare di illuminare l’azione, specie nel finale. Ne è venuta fuori una partita noiosa, dove anche Ibra, tra qualche gomitata e l’altra, ha potuto poco sbagliando anche un gol facile facile nella ripresa.

Ma nell’ultimo quarto di gara,  l’Italia s’è desta con una traversa di Parolo, poi con la rete di Eder che all’88’ gela i nordici e regala la qualificazione alla squadra di Conte. La rete è da incorniciare e rivaluta l’attaccante dell’Inter. Lunga rimessa laterale di Chiellini per Zaza che di testa ha fatto da sponda all’indietro per Eder che ha saltato Granqvist che con un gran destro dal limite ha infilato l’angolo alla sinistra di Isaksson.

Una rete che porta l’Italia tra le sedici grandi d’Europa, anche se ora c’è da capire se arrivare primi nel girone sia davvero la cosa migliore. Ma per Conte lo sarà di certo, visto che la sua filosofia è vincere sempre. Vincere aiuta a migliorarsi e l’Italia con questi tre punti acquista ulteriore fiducia in sé stessa.

Per Ibra e la Svezia sono problemi seri, ma del resto la squadra scandinava ha mostrato davvero poco oltre a qualche fiammata e tanta prestanza fisica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy