La Nazionale ritorna a Udine, Ventura: “Grandi aspettative”

La Nazionale ritorna a Udine, Ventura: “Grandi aspettative”

In occasione della visita al Centro sportivo Suning, il ct ha parlato della prossima gara di qualificazione ai Mondiali che si giocherà allo stadio Friuli: “Obbligati a vincere e a migliorare la differenza reti”

Commenta per primo!

Manca ormai meno di un mese alla gara tra Italia e Liechtenstein che si giocherà allo stadio Friuli domenica 11 giugno (calcio di inizio alle 20.45). Proprio a tal proposito è intervenuto ieri il ct azzurro Gian Piero Ventura, in visita al centro sportivo Suning, quartier generale dell’Inter. “Lo scopo di questa e delle visite agli altri club – ha dichiarato Ventura al microfono del canale tematico della società –  è quello di sentire come stanno fisicamente e mentalmente i giocatori. Prima della gara di settembre con la Spagna, ci aspettano infatti altre due partite importanti, quella di qualificazione con il Liechtenstein, dove abbiamo non solo l’obbligo di vincere ma anche quello di migliorare la nostra differenza reti e un’amichevole di spessore con l’Uruguay, che ci può permettere di migliorare il ranking, dove stiamo scalando posizioni: con una vittoria probabilmente riusciremmo ad arrivare tra le prime 10 del ranking per essere finalmente tra le teste di serie”. Intanto sta procedendo positivamente la crescita del gruppo azzurro: “Abbiamo creato un gruppo in cui c’è entusiasmo – sottolinea il ct – con i giocatori meno giovani che trasmettono ai più giovani l’essenza della maglia azzurra. Questa maglia è sinonimo di responsabilità, ma mi gratifica il fatto che da parte dei giocatori ci sia anche gioia di venire e di partecipare. In questi otto mesi siamo riusciti ad attuare un ricambio generazionale, con l’innesto di molti giovani che hanno potenzialità per diventare giocatori importantissimi per il futuro di questa Nazionale”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy