Mondiali U20, i campioni del futuro si sfidano in Corea

Mondiali U20, i campioni del futuro si sfidano in Corea

Samuele Perisan e Mauro Coppolaro i bianconeri impegnati nella manifestazione che si terrà in Corea del Sud da domenica fino all’11 giugno

Commenta per primo!

Non evoca gran bei ricordi un mondiale se associato alla Corea del Sud. Un arbitro, Byron Moreno, e le decisioni che nel 2002 estromisero gli azzurri dalla corsa al titolo proprio contro la squadra facente gli oneri di casa. Sconfitta che brucia ancora, episodi consegnati all’archivio storico delle sviste arbitrali, sezione “horror”.

A quindici anni di distanza dal golden goal firmato Ahn, l’Italia torna ad affacciarsi sul calcio in formato orientale con la competizione destinata alle rappresentative Under 20 di tutto il pianeta. Un torneo, quello che da sabato 20 maggio vedrà le migliori 24 selezioni di categoria sfidarsi per la conquista del titolo iridato, a cui la Nazionale arriva in virtù del secondo posto ottenuto agli scorsi europei di Germania U-19.

AZZURRINI. Gruppo D per gli azzurrini del ct Alberico Evani insieme a Giappone, Sudafrica e al pericolo Uruguay. Spicca, in particolare, tra le fila de La Celeste, il neo-acquisto della Juventus Rodrigo Bentancur Colman, centrocampista centrale classe 1997 costato ai bianconeri 9,5 milioni di euro. Il baby gioiello, ora in forza al Boca Juniors, si accaserà in quel di Torino dal prossimo campionato, prima di allora una manifestazione dove poter far lievitare ancor più il prezzo del suo già oneroso cartellino. Tanta Juve anche all’interno del team partito da Roma ieri. A capitan Rolando Mandragora si aggiungono infatti alcune pedine che la Vecchia Signora ha disseminato per il paese pur continuando a detenerne cartellino e, quindi, futuro: Romagna in prestito al Brescia, Vitale al Cesena, Orsolini e Favilli all’Ascoli – con quest’ultimo prossimo al riscatto dal Livorno. Restando in tema di giocatori dal destino bianconero, discreta la rappresentanza per il club del paron Pozzo grazie al portiere friulano Samuele Perisan e al difensore – attualmente al Latina ma solo a titolo temporaneo – Mauro Coppolaro. Reduci entrambi da una campionato in prima squadra, i due colleghi di reparto si preparano ora a sfruttare la vetrina internazionale per rosicchiare qualche presenza in vista della prossima stagione. All’Udinese oppure altrove. E se il soggiorno di Coppolaro nel capoluogo pontino terminerà a giugno, per l’estremo difensore di San Vito al Tagliamento, terza promessa a nascere fra i pali del vivaio bianconero, l’annata alle spalle di Karnezis e Simone Scuffet potrebbe dar seguito a una nuova esperienza fra le zebrette – magari in veste di vice – prima di compiere un percorso simile a quello dei suoi predecessori: un prestito in serie cadetta e una lunga serie di gare ufficiali in cui poter crescere sporcandosi un po’ i guantoni. L’esordio azzurro a questi Mondiali avverrà domenica 21 alle ore 20 locali. Quando in Italia saranno le 13, i ragazzi di coach Evani saranno di scena a Suwon per il primo incontro di girone contro l’Uruguay. Esordio col botto, dunque, per poi affrontare, nella medesima sede capoluogo della provincia di Gyeonggi, il Sudafrica. L’appuntamento, in questo caso, è fissato per mercoledì 24 maggio, ore 17 locali – corrispondenti alle 10 del mattino italiane. A chiudere il quadro di match del gruppo D, Italia-Giappone: a Cheonan, azzurrini impegnati sabato 27 maggio – ore 20 locali, le 13 italiane.
Il format del torneo prevede che a passare agli ottavi, per ognuno dei sei gruppi di cui si compone questa Coppa del mondo, siano le due prime classificate e le quattro migliori terze.

LA FAVORITA. Una volta superato lo scoglio della fase a gironi è alle più forti che tocca emergere col mirino puntato dritto alla finale dell’11 giugno. Oltre all’Uruguay, allora, con il Brasile campione in carica assente, spazio alle europee con la favorita Francia. Ai vincitori degli scorsi Europei Under 19, orfani della stella del Monaco Kylian Mbappé, reclamato da Dechamps per la selezione maggiore, il fato ha riservato un girone per nulla proibitivo in compagnia di Honduras, Vietnam e Nuova Zelanda. Gruppo E per i cugini d’Oltralpe, Gruppo A per l’Inghilterra così come per l’Argentina. Fra le due litiganti illustri i padroni di casa della Corea del Sud e la Cenerentola Guinea.

Questa la panoramica dei gironi da cui partirà la scalata al tetto del mondo:

Gruppo A
Corea del Sud
Guinea
Argentina
Inghilterra

Gruppo B
Venezuela
Germani
Vanuatu
Messico

Gruppo C
Zambia
Portogallo
Iran
Costa Rica

Gruppo D
ITALIA
Sudafrica
Giappone
Uruguay

Gruppo E
Francia
Honduras
Vietnam
Nuova Zelanda

Gruppo F
Ecuador
Stati Uniti
Arabia Saudita
Senegal

Simone Narduzzi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy