Nazionale, De Rossi: due partite da “sangue e sudore”

Nazionale, De Rossi: due partite da “sangue e sudore”

Il centrocampista azzurro presenta il doppio confronto con la Svezia che deciderà le sorti dell’Italia: “C’è un ambiente positivo, sarebbe bello poter giocare il mio quarto Mondiale”

di Redazione

Splende il sole su Coverciano, dove la Nazionale continua a preparare il play off Mondiale con la Svezia. Sull’aereo che domani pomeriggio porterà l’Italia a Stoccolma salirà anche Daniele De Rossi, uno dei tre Campioni del Mondo di Germania 2006 insieme a Gigi Buffon e Andrea Barzagli:

Dal trionfo a Germania 2006 alla tensione pre Svezia-Italia: sono passati 11 anni e molteplici situazioni che hanno cambiato il cammino della Nazionale italiana. Tra i punti fermi, però, ci sono tre campioni del mondo – Andrea Barzagli, Gianluigi Buffon e Daniele De Rossi -, che venerdì e lunedì si giocheranno le ultime chance di accesso ai Mondiali di Russia 2018. “Sarebbe bello poter giocare il mio quarto Mondiale – le parole di De Rossi in conferenza stampa – è un appuntamento che nessuno vuole perdere. Qui c’è un ambiente positivo, ci sono un gran gruppo e un grande spirito di appartenenza a questa Nazionale. Ci aspettano due partite che non si possono sbagliare. La posta in gioco è così alta che va bene il concetto di sangue e sudore inteso come dare tutto sino allo sfinimento, ma ci vorranno anche lucidità, organizzazione, tecnica e corsa. Dobbiamo giocare due gare intelligenti: le qualità non ci mancano e dobbiamo mixarle con l’attenzione e l’esperienza”.

Detto che è meglio affrontare una Svezia priva di Zlatan Ibrahimovic (“non lo vorrei mai contro, nemmeno a 40 anni e con una gamba rotta”), De Rossi ha il massimo rispetto per una squadra che anche all’Europeo francese dimostrò di essere molto solida: “Fu una partita difficile, ci misero in difficoltà senza concederci tanti sbocchi. Possiamo batterli, ma ci sarà da soffrire. Non andremo a stravolgere completamente il nostro modo di giocare solo perché è un play off Mondiale”. Infine, il centrocampista della Roma rivolge un appello ai tifosi che lunedì sera riempiranno il Giuseppe Meazza: “Bisogna stare vicini a questa Italia, lasciare da parte i campanilismi. Sono stati venduti 65mila biglietti e spero che a San Siro ci sia una grande cornice di pubblico”.

Di seguito l’elenco completo dei convocati per le due sfide con la Svezia:

PORTIERI: Gianluigi Buffon (Juventus), Gianluigi Donnarumma (Milan), Mattia Perin (Genoa);
DIFENSORI: Davide Astori (Fiorentina), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Milan), Giorgio Chiellini (Juventus), Danilo D’Ambrosio (Inter), Matteo Darmian (Manchester United), Daniele Rugani (Juventus), Leonardo Spinazzola (Atalanta), Davide Zappacosta (Chelsea);
CENTROCAMPISTI: Federico Bernardeschi (Juventus), Antonio Candreva (Inter), Daniele De Rossi (Roma), Stephan El Shaarawy (Roma), Alessandro Florenzi (Roma), Roberto Gagliardini (Inter), Lorenzo Insigne (Napoli), Jorge Luiz Frello Jorginho (Napoli), Marco Parolo (Lazio), Marco Verratti (Paris Saint Germain);
ATTACCANTI: Andrea Belotti (Torino), Eder Citadin Martins (Inter), Manolo Gabbiadini (Southampton), Ciro Immobile (Lazio), Simone Zaza (Valencia).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy