Nazionale, Ventura: “In 72 ore ci giochiamo tutto, siamo pronti”

Nazionale, Ventura: “In 72 ore ci giochiamo tutto, siamo pronti”

ll ct azzurro spiega la scelta di aver convocato Jorginho e Zaza: “Entrambi stanno facendo bene, si sono meritati sul campo la chiamata”.

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Dentro o fuori, senza possibilità di appello. La Nazionale italiana scenderà in campo venerdì alle 20.45 (diretta tv su Rai 1) a Stoccolma e lunedì (sempre alle 20.45) a Milano contro la Svezia, per strappare il pass mondiale più sofferto della storia. Due gare che decideranno il futuro dell’Italia e del ct, Gian Piero Ventura che oggi ha spiegato così la scelta di convocare Jorginho e Simone Zaza, assenti rispettivamente da giugno e novembre 2016: “Ho chiamato Jorginho perché sta facendo bene in 72 ore ci giochiamo una qualificazione al Mondiale e possiamo fare delle scelte sul modo in cui stare in campo e di conseguenza sui giocatori da schierare. Zaza ha fatto un percorso, la prima volta lo avevo chiamato per recuperarlo, oggi è arrivato qui per merito, non solo per i gol segnati ma soprattutto per le prestazioni”.

Le perplessità non mancano, ma è tanta la fiducia del ct nella sua squadra: “Ho trovato un gruppo straordinariamente voglioso e motivato. E’ un momento importante per me e per la mia storia, ma anche per i giocatori perché per alcuni c’è la possibilità di iniziare un ciclo e per altri di finirlo. Sono tranquillo perché ho la disponibilità dei giocatori e perché l’Italia si è sempre compattata in occasione di queste sfide da dentro e fuori, basti pensare ai 65.000 biglietti venduti per il match di San Siro. Non ho mai preso in considerazione la possibilità di non andare il Mondiale, mai avuto la sensazione di essere distaccato dalla Federazione e i dirigenti, a cominciare dal presidente Tavecchio, mi sono sempre stati vicini. Abbiamo un obiettivo che dobbiamo centrare e una volta centrato ci sono i presupposti per fare qualcosa di importante”. Sull’avversario il tecnico ex Udinese sottolinea: “Non conta la Svezia conta quello che faremo noi. Loro sono più o meno quelli degli Europei, non c’è Ibrahimovic ma Toivonen, giocano sempre con le stesse caratteristiche che rispondono al loro Dna. Sogno di avere venti giorni a disposizione per allenare una squadra e perché questo si realizzi dobbiamo andare ai Mondiali. Oggi non è tempo di sognare, ma solo di pensare a questa doppia sfida“.

Di seguito l’elenco completo dei convocati:

Portieri: Gianluigi Buffon (Juventus), Gianluigi Donnarumma (Milan), Mattia Perin (Genoa);
Difensori: Davide Astori (Fiorentina), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Milan), Giorgio Chiellini (Juventus), Danilo D’Ambrosio (Inter), Matteo Darmian (Manchester United), Daniele Rugani (Juventus), Leonardo Spinazzola (Atalanta), Davide Zappacosta (Chelsea);
Centrocampisti: Federico Bernardeschi (Juventus), Antonio Candreva (Inter), Daniele De Rossi (Roma), Stephan El Shaarawy (Roma), Alessandro Florenzi (Roma), Roberto Gagliardini (Inter), Lorenzo Insigne (Napoli), Jorge Luiz Frello Jorginho (Napoli), Marco Parolo (Lazio), Marco Verratti (Paris Saint Germain);
Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Eder Citadin Martins (Inter), Manolo Gabbiadini (Southampton), Ciro Immobile (Lazio), Simone Zaza (Valencia).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy