Romania fuori dai Mondiali, Torje attacca il ct Daum

Romania fuori dai Mondiali, Torje attacca il ct Daum

Parole durissime da parte dell’ex attaccante dell’Udinese: “Ci ha chiesto di tirare un bus da 35 tonnellate, ci ha trattati come bambini della scuola dell’infanzia”

di Redazione

La sconfitta con il Montenegro ha cancellato le speranze di qualificazione a Russia 2018 riaccese dopo la vittoria di misura sull’Armenia. Con due giornate di anticipo (mancano ancora le sfide con Kazakistan e Danimarca, ma la matematica già la condanna), dunque, la Romania ha salutato la possibilità di accedere alla fase finale dei Mondiali. Un risultato che ha fatto discutere parecchio. Sotto accusa il ct Cristoph Daum, sul quale si è scagliato anche l’ex attaccante dell’Udinese Gabriel “Gabi” Torje che ha rilasciato alcune dichiarazioni al veleno alla tv nazionale: “Daum ci ha chiesto di tirare con le corde in salita un bus da 35 tonnellate. Ci ha trattati come i bambini di scuola dell’infanzia, ma la sua decisione non l’abbiamo capita”. Il ct ha replicato giustificando così la sua singolare decisione: “Era solo per motivare la squadra facendo capire che ogni ostacolo si può superare se tutto il gruppo spinge in una sola direzione. L’atmosfera era assolutamente positiva e adesso non capisco queste polemiche”. Ma Torje ha rincarato la dose: “Daum voleva che tutti noi accettassimo le sue decisioni senza poter esprimere le nostre opinioni. I giocatori con forte personalità non erano graditi e dovevamo camminare a testa bassa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy