Villar: “Se la Spagna salta i Mondiali è solo colpa del Governo”

Villar: “Se la Spagna salta i Mondiali è solo colpa del Governo”

Juan Luis Larrea, presidente ad interim della Federcalcio spagnola, esclude categoricamente che la Nazionale iberica salti Russia 2018, ma i palazzi del calcio tremano. E l’Italia attende col fiato sospeso

di Redazione

Angel Maria Villar accusa il governo di Madrid di essere il responsabile della clamorosa possibilità che la Nazionale spagnola non partecipi ai mondiali di Russia 2018, dopo la lettera ricevuta dalla Federcalcio spagnola in cui la Fifa si dice preoccupata per le ingerenze governative.
L’organismo di governo del calcio mondiale infatti ha recentemente inviato una  lettera alla federazione in cui ha avvertito che l’interferenza del governo nel processo elettorale può portare alla sua sospensione come membro della Fifa e all’esclusione da tutte le competizioni. Compresa la prossima Coppa del Mondo.

Tutto nasce dall’arresto per presunta corruzione di Villar, sospeso cosi’ dalla presidenza della Rfef (Federcalcio spagnola) dopo la vittoria elettorale di maggio. Ad oggi, a capo della Rfef, c’e’ Juan Luis Larrea che e’ chiamato a fare le veci di Villar, formalmente ancora il presidente con mandato fino al 2020. Il Consiglio Superiore dello Sport – che fa capo al governo spagnolo – vorrebbe che le elezioni venissero ripetute e attende a riguardo il parere del Consiglio di Stato. Ma la Fifa considera questa intromissione una violazione dei propri statuti.

La Fifa non sta chiedendo ad uno  stato sovrano di violare le sue leggi, come si sostiene, sta solo chiedendo di rispettare statuti e regolamenti“, ha detto l’ex numero uno della Rfef.

Dovremmo chiederci perché questi conflitti non si verificano in Germania, in Italia o nel Regno Unito, la risposta è che le autorità pubbliche rispettano l’indipendenza delle loro federazioni“, ha continuato Villar.
Ed ha aggiunto: “Voglio che la Spagna giochi la Coppa del Mondo, per la quale si è brillantemente qualificata, speriamo che lo stato di diritto e anche i regolamenti di Fifa e Uefa vengano rispettati . Il Csd sta facendo in modo che la Federazione non rispetti le leggi, pretende che si annullino le elezioni senza che la legge lo consenta e sara’ l’unico responsabile qualora la Spagna restasse fuori dal Mondiale”.

L’Italia attende col fiato sospeso gli sviluppi della vicenda, in caso di un ripescaggio infatti (per la verità è un’ipotesi molto remota) sarebbe la candidata più accreditata a prendere il posto delle Furie Rosse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy