Polemiche per post di Balotelli, che ora rischia la squalifica. Lui: ‘Non volevo essere razzista’

Polemiche per post di Balotelli, che ora rischia la squalifica. Lui: ‘Non volevo essere razzista’

Mario Balotelli si scusa per il controverso messaggio pubblicato ieri su Instagram, che conteneva una frase giudicata offensiva nei confronti degli ebrei e che ora rischia di costargli una squalifica in Premier. La Football Association ha confermato l’apertura di un’inchiesta a suo carico. Nell’attesa della decisione, il giocatore ha ‘chiarito’ i contenuti del messaggio, dopo che ieri era apparso seccato dal clamore suscitato dal post e dalle accuse di antisemitismo piovutegli addosso. L’attaccante del Liverpool, fermo per infortunio ormai da quasi un mese, ha ribadito che l’intenzione del suo post era esattamente il contrario di come è stata interpretato, ovvero voleva essere un messaggio ironico contro il razzismo.

“Mi scuso se ho offeso qualcuno, il mio post voleva essere antirazzista, con umorismo. Solo ora mi rendo conto che ho ottenuto l’effetto contrario. Non tutti i messicani hanno i baffi, non tutti gli uomini di colore possono saltare in alto e non tutti gli ebrei amano i soldi. Ho usato un cartone animato di qualcun altro, perché c’era l’immagine di Super Mario e perché pensavo fosse divertente, non offensivo. Mi scuso ancora”. Così Mario Balotelli, sulla propria pagina ufficiale di Facebook. -Ansa –

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy