Sacchi: “Se il calcio non va bene anche il Paese non va”

Sacchi: “Se il calcio non va bene anche il Paese non va”

Commenta per primo!

Presente a Bologna in occasione della presentazione del suo libro Arrigo Sacchi ha trattato un pò dei temi caldi di questi giorni:  “Il calcio è la metafora della vita sociale, politica, economica di questo paese. In forma anche più eclatante. Quindi se il calcio non va bene vuol dire che anche il paese non va bene”.  Sacchi nel corso dell’incontro ha parlato del suo nuovo libro ‘Calcio totale’, “in cui parlo del grande amore che ho avuto per il calcio – ha spiegato – un amore ricambiato con gioie ed emozioni indescrivibili. Ho dato tutto quello che potevo. Ho avuto sempre una sola certezza: che potevo fare di più e meglio. Nel libro ci sono aneddoti su Berlusconi, Agnelli e c’è un’idea di calcio che sarà”.Sacchi è poi tornato sulle sue parole fortemente criticate in tema di razzismo che aveva pronunciato lo scorso febbraio (“ci sono troppi giocatori di colore anche nella Primavera”): “Dopo 42 anni che sono nel calcio e che ho una vita pubblica, nessuno si era mai accorto che ero razzista – ha spiegato – o erano stupidi tutti o vuol dire che lo stupido era questo che ha estrapolato una mia frase”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy