Udinese: Rossi, Biraghi, Angella. Tre nomi per il rilancio

Udinese: Rossi, Biraghi, Angella. Tre nomi per il rilancio

Giuseppe Rossi, Cristiano Biraghi, Gabriele Angella. Poi tra conferme e rientri dai prestiti l’Udinese 2016/17 potrebbe già avere in casa gli uomini per il rilancio. Tra fantasie ed ipotesi di mercato, qualche trattativa in tale senso c’è

Non tempo ancora di mercato ufficiale. Anzi quest’anno le trattative vere avvertano dopo gli Europei, anche se tutti i club si stanno già muovendo.
Allora proviamo a fare del Fanta Mercato per l’Udinese tenendo in considerazione aspetti come i ritorni dai prestiti, l’esigenza di non andare a spendere follie, e soprattutto la ristrutturazione della rosa annunciata in questi giorni anche dei vertici societari.

PORTIERI Meret sembra sembra sempre più destinato a prendersi i galloni di titolare. Con lui Perisan  potrebbe fare da terzo, adattandosi così alla Serie A, poi ci sarà da trovare un vice esperto che facci anche da chioccia. Karnezis potrebbe andare al Panathinaikos di Stramaccioni, Romo si svincolerà a giugno, mentre di rientro dal prestito c’è Brkic.

DIFESA Samir, Angella e Felipe assieme sono sogni  proibiti? No. Il brasiliano rientrerà dal Verona dove non è stato molto impegnato, ma è stato comunque uno degli acquisti clou del mercato di gennaio. Angella rientrerà al Watford dopo il prestito al QPR: lo vorrebbe Guidolin, ma perché non pensare di riportarlo a casa? Ha esperienza e oramai è pronto a giocarsi anche un posto in Nazionale se trovasse continuità in Italia.
Per Felipe la conferma non dovrebbe essere che una formalità se ci saranno piani importanti di rilancio che lo convincano anche a indossare la fascia (meritata) di capitano. Accanto a loro mettiamoci un po’ di gioventù come Coppolaro, poi la conferma di Wague, mentre dai prestiti rientreranno tra gli altri l’eterna promessa Daniele Mori, Agiostino Camigliano e Igor Bubnjic.

CENTROCAMPO Partiamo dalle conferme certe: Hallfredsson, Guilherme, Merkel e Lodi. Per Badu c’è già asta di mercato, Fernandes piace al Porto: vedremo se rimarranno, ma intanto Valerio Verre (anche se pare sia promesso alla Fiorentina) e Jakub Jankto sono due prospetti che sarebbe bello vedere all’opera a Udine. Si farà di tutto per riscattare Kuzmanovic, divenuto anche un leader dello spogliatoio, mentre in casa c’è quell’Iñiguez che quest’anno è stato a volte un lusso per la Primavera. Per l’esperienza due nomi già accostati all’Udinese e per i quali circolano ancora voci di interessamenti sono Padoin e Cigarini.
Passiamo alle fasce: Widmer difficilmente rimarrà, Edenilson va rilanciato dopo una stagione no, Faraoni va recuperato dopo il grave infortunio. A destra qualcosa servirà.
A sinistra non è scontata la permanenza nemmeno di Armero, mentre Adnan dopo un anno di ambientamento sarà ancora a Udine. Insua è un altro prestito che rientrerà, ma il vero obiettivo è riportare Biraghi in Italia. Con l’Inter (proprietaria del cartellino) i rapporti sono buoni e la trattativa c’è

ATTACCO Cominciamo con i trequartisti, ruolo che potrebbe tornare in auge: Fernandes, come detto, ha richieste, ma in ogni caso c’è Rovini che ha fatto molto bene alla Pistoiese, Evangelista (che Stramaccioni vorrebbe tenere) vede eventualmente Kone. Come attaccati Thereau e Zapata sono le basi per la prossima stagione, ma da soli non basteranno. Mato è attaccante esterno che deve ancora crescere, Perica con l’arrivo di Hamdi sembra chiuso. Il tunisino viene considerato una prima punta tecnica, ma è chiaro che l’Udinese sa che deve cercare un attaccante che sulla carta possa segnare almeno 15 gol, quelli che fanno la differenza, quelli che minimo garantiva Di Natale fino all’anno scorso. Gabbiadini costa parecchio (20 milioni), ma rimane un nome su cui puntare, mentre il mercato italiano propone ancora quel Giuseppe Rossi oramai in secondo piano a Firenze (rientrerà dal prestito dal levante).

UNA FORMAZIONE ECO SOSTENIBILE. Andiamo quindi in la fantasia (ma non troppo) e proviamo a schierare un undici che rispetti i canoni sopracitati e che prenda in considerazione anche le regole per le nuove rose. Meret tra i pali; Samir, ancella e Felipe. Edenilson, Verre, Kuzmanovic, Hallfredsson, Biraghi; Rossi e Zapata.
Non sarebbe male per pensare a rilanciarsi. Vedremo, il mercato sta per cominciare, ma tar questi nomi fatti potrebbe esserci davvero la base dell’Udinese che verrà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy