Chievo-Bologna 2-3, doppietta di Destro

Chievo-Bologna 2-3, doppietta di Destro

Il primo anticipo della 18esima giornata si chiude con la vittoria degli ultimi avversari d’andata dell’Udinese che ora salgono a 24 punti.

di Redazione

Il Bologna sblocca la sfida al primo affondo (4’): angolo di Verde e Destro di testa schiaccia alle spalle di Sorrentino. La risposta del Chievo è una girata in area di Inglese, centrale. Poi ancora da angolo Verdi sfiora il raddoppio calciando direttamente in porta, ma Sorrentino c’è. Ancora Sorrentino poi salva il Chievo deviando in tuffo un colpo di testa sottomisura di Krejci. E’ la scintilla che sveglia il Chievo, che prima sfiora il pari con Gamberini (30’) che di testa manda alta da pochi passi su angolo di Birsa, e poi pareggia, ancora su azione d’angolo, con una bella girata di Inglese, forse all’ultima al Bentegodi con la maglia del Chievo (andrà al Napoli, da capire la tempistica). Chievo che sfiora poi il sorpasso con Cacciatore, ma Mirante si supera e salva il Bologna. Nel recupero del primo tempo, poi, è Tomovic ad anticipare a porta vuota Destro, a un passo dalla doppietta.

Nella ripresa il Bologna passa subito (5’): Sorrentino respinge centralmente una conclusione da fuori di Pulgar e Verdi a porta vuota riporta avanti gli emiliani. Al 21’ ancora Verdi da posizione defilata scavalca Sorrentino, ma sulla linea Gamberini riesce a salvare in acrobazia. Da un salvataggio all’altro, perché al 34’ il Chievo sfiora il pari con Pellissier, bravo a stoppare al volo e a superare Mirante in uscita con un tocco sotto, ma Maietta spazza sulla linea. Al 36’ la svolta per le speranze del Chievo: Poli già ammonito entra duro su Hetemaj e lascia il Bologna in dieci. E il Chievo in un minuto costruisce due nitide palle gol con Inglese: sulla prima è decisivo Mirante, sulla seconda il centravanti non inquadra la porta. E’ il preludio al pari, che arriva con una prodezza di Cacciatore (40’): finta a rientrare dall’out di destra e sinistro a giro sul palo lontano. L’arbitro consulta la Var per alcuni minuti, ma poi convalida, per il secondo boato del Bentegodi. Al 90’ Cacciatore passa da eroe di giornata all’uomo più sfortunato della giornata: scivola in disimpegno e regala palla a Destro, che entra in area e firma il 3-2. Il Chievo cerca disperatamente il pari, che trova ancora con Cacciatore, ma stavolta in fuorigioco dopo una traversa in mischia di Tomovic.

 

(GAZZETTA.IT)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy