Chievo la rabbia di Maran: “Squalifica ingiusta”

Chievo la rabbia di Maran: “Squalifica ingiusta”

Maran non sarà a Udine in quanto squalificato: “Mi dispiace molto non esserci, perché mi piace sempre stare vicino ai ragazzi e soffrire con loro”

Commenta per primo!

Rolando Maran  Udine non sarà in panchina e non ci sta. Squalificato una giornata dal giudice sportivo per una presunta bestemmia detta durante Chievo-Lazio l’allenatore gialloblù esprime tutta la sua delusione: “Essere ingiustamente accusato di aver detto una cosa che assolutamente non è stata detta mi mortifica come uomo, sono deluso e arrabbiato. Questa è una cosa a cui tengo – aggiunge Maran -. Basta sentire i miei dirigenti e i miei giocatori e chiedere se mi hanno mai sentito bestemmiare. Aver frainteso un mio labiale, perché nessuno ha sentito una bestemmia, al di là della squalifica, mi mortifica e mi fa molto arrabbiare. Poi uno può sbagliare, però non è il mio caso. Mi dispiace molto non esserci, perché mi piace sempre stare vicino ai ragazzi e soffrire con loro. Non ci sarò io, ma ci sarà il mio staff a cercare di spingere anche mentalmente la squadra“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy